Giorgio Panariello per la prima volta si racconta in “Io sono mio fratello”

*È l’alba del 27 dicembre 2011 quando una chiamata stravolge completamente la vita di Giorgio Panariello*. *Suo fratello Franco, cinquant’anni appena compiuti, è morto la sera prima «tra le braccia gelide della strada che per troppo tempo era stata la sua compagna».*

*A nove anni da quella tragica notte, * Panariello *per la prima volta si racconta mettendo nero su bianco la storia che forse ha segnato maggiormente la sua vita, quella del rapporto con suo fratello; lo fa in un libro intenso, autentico e personale dal titolo “Io sono mio fratello” *(Mondadori), *in libreria e negli store digitali da* *oggi, *martedì 3 novembre,* e già ai vertici delle classifiche di vendita degli store digitali in pre-order. *

*«Crescere senza affetto è come stare senza un tetto sopra la testa, non ci si sente mai protetti, difesi, mai a casa. È stata solo una questione di culo. Potevo nascere un anno dopo di lui e mio fratello sarei stato io. E invece è toccato a lui sentirsi addosso un anno di meno, un anno di troppo. Se la mia vita si stava incanalando sui binari giusti, quella di Franco a un certo punto ha deragliato». *

Da sempre Giorgio custodisce questa storia che corre come un filo nascosto nella sua vita e ora, nell’anno in cui ha compiuto 60 anni, ha deciso di aprirsi e di immortalare sulla carta tutti quei frammenti di vissuto che lo hanno reso l’uomo che è oggi, attraverso un racconto schietto e a tratti pungente. “*Io sono mio fratello*” è un libro che, grazie all’onestà e all’accuratezza dei sentimenti, riesce a muovere le corde più profonde delle nostre emozioni.

*Giorgio Panariello* (Firenze, 1960) è attore di teatro, cinema e tv. Per Mondadori ha pubblicato *Non ti lascerò mai solo*, *Guardami negli occhi*, *So che ci sarai sempre* e *Adesso tu*.
<www.avast.com/sig-email?utm_medium=email&utm_source=link&utm_campaign=sig-email&utm_content=webmail> Mail priva di virus. www.avast.com <www.avast.com/sig-email?utm_medium=email&utm_source=link&utm_campaign=sig-email&utm_content=webmail> <#DAB4FAD8-2DD7-40BB-A1B8-4E2AA1F9FDF2>

Lascia un commento