Welcome to   Click to listen highlighted text! Welcome to Powered By GSpeech

Franz Falanga, la “Grande Bellezza”
del Borgo Murattiano


868-977-large

Di “bravi figli” la Bari città ne ha generati parecchi, cresciuti molti, traditi diversi. Anche Franz Falanga, forse, si sarà sentito tradito dalle sue strade e dal suo mare, visto che una buona parte della sua vita è scivolata e fiorita molto lontano da qui. Architetto, insegnante all’Accademia di Belle Arti di Bari, musicista jazz e scrittore, ha sempre mantenuto un legame forte con la sua terra, scrivendo dei suoi idiomi, dello sviluppo pioneristico del jazz barese alle prese più con la necessità di esprimersi che con l’esigenza di un corretto corredo degli strumenti. Franz Falanga ha raccontato anche la difficoltà di essere scrittore, di vivere di scrittura, e comunque proprio con un libro ora decide di omaggiare un bicentenario al quale non si può rimanere indifferenti.

Con i tipi (come si diceva un tempo) della casa editrice Adda ha dato alle stampe un ennesimo atto d’amore alla sua città “Bari, il borgo murattiano 1813-2013”, nel quale ci rammenta l’eccezionale bellezza di questa “seconda” città che Gioacchino Murat volle inaugurare personalmente con la posa della prima pietra. Nel giro di poco più di 30 anni (sino al 1850), immediatamente diacente alla città vecchia, si sviluppò una struttura a scacchiera, con pari altezze degli immobili, colori compatibili, facciate armoniche, che fecero in breve di Bari una delle città moderne più apprezzate a livello internazionale.

Dal secondo dopoguerra in poi, invece, il declino con spaventosi e vergognosi aumenti di cubatura, sviluppati in altezze e senza tenere più in considerazione alcuna regola estetica o vincolo. La “grande bellezza” del suo progetto originario, comunque, resiste ancor oggi nonostante le numerose speculazioni, e Franz Falanga accompagna il lettore ad osservarne l’unicità di due prestigiosi centri storici, le splendide facciate dei tanti palazzi ottocenteschi che ancora impreziosiscono il suo quadrilatero, l’evidenza tecnicamente sorprendente dell’assenza di periferia alcuna grazie alla sua progettazione a scacchiera.

Domenica 16 Marzo alle ore 19.30, nelle sale del Circolo Canottieri Barion di Bari l’autore presenterà il volume, accompagnato dall’Architetto Paolo Perfido e dal Presidente dell’associazione “Murattiano” Franco Neglia; e da grande appassionato di musica oltre che di scrittura ed architettura, Franz Falanga ha concepito la classica ciliegina sulla torta con un set musicale a cura di Mike Zonno, poliedrico e creativo jazzista barese, che proporrà una jam session per l’occasione.

Mimmo Gregorio

Radio Sound City

Click to listen highlighted text! Powered By GSpeech