Welcome to   Click to listen highlighted text! Welcome to Powered By GSpeech

La Roma tiene duro


soundcitynews

Il gol di Bradley, al culmine di una partita molto tirata e dura, consente alla Roma di sbancare il difficile campo di Udine, di tenere a distanza Napoli e Juve, vincenti su Torino e Genova (entrambe per 2 – 0) e di uguagliare il record di vittorie iniziali realizzato dalla Juve di Capello nella stagione 2005 – 2006! Tanti piccoli segnali potrebbero indurre a pensare che per i giallorossi questo sia l’anno giusto; vincere ad Udine è impresa mai facile, specie se si gioca in inferiorità numerica! Certo a favore della Roma gioca anche una buona dose di fortuna (palo di Muriel all’inizio, salvataggio sulla linea, palloni terminati di poco fuori), ma i ragazzi di Mister Garcia lottano su tutti i palloni e, sino ad ora, hanno meritato quanto conseguito! Il prosieguo, a partire da giovedì col Chievo nel posticipo, e poi domenica a Torino (sponda Granata), chiarirà quanto e come la Roma saprà gestire l’euforia del momento, che, man mano che si va avanti, le attribuisce in una certa misura anche i favori del pronostico! Il problema diventa non solo tenere testa a chi rincorre, che ha il compito più difficile di recuperare terreno; più di tutto bisogna saper tenere testa a se stessi e provare a mantenere l’andamento il più a lungo possibile! La Roma è una squadra costruita benissimo, quadrata e solida! Se continuerà in questo modo sarà indiscussa protagonista della lotta scudetto, al di là della vittoria finale o meno del Tricolore! Il Napoli, battuto il Torino con 2 rigori di Higuain, dovrà prima cercare di dimostrare a Firenze di essere pronto a fare il salto anche in scontri diretti, e poi col Catania, domenica, confermare il proprio trend con le piccole! Ma la Viola è in stato di grazia, dopo la Juventus rimonta e batte anche il Chievo e minaccia seriamente i partenopei. Un pareggio e le due squadre rischiano seriamente di annullarsi e perdere terreno, specie se Roma e Juve vincessero le rispettive gare. Juventus che sembra stia ritrovando il proprio spirito che in questi due anni ha fatto la differenza, al di là del valore tecnico dei suoi singoli e del collettivo! Se la Juve dovesse continuare a giocare così potrebbe alla lunga riprendersi lo Scudetto, anche se quest’anno sarà una lunga e durissima lotta, sino all’ultimo respiro, a cui la Juve è abituata! Catania e Parma metteranno a dura prova oltre che le capacità tecniche anche la pazienza e la compattezza del collettivo bianconero! Se tuttavia i ragazzi di Mister Conte sapranno affrontare ogni gara con la determinazione vista ieri (si rivedevano 2 – 3 uomini che aggredivano palla e portatore di palla), al di là di qualche distrazione finale, e dovessero vincere le prossime due delicate gare affronteranno poi Real e Napoli con spirito ben differente rispetto all’inizio dove sembrava che il gruppo si stesse un po’ lasciando andare! E sappiamo quanto può essere ciò importante! L’Inter ritrova la vittoria al termine di una partita rocambolesca e resta in zona Europa League, vicina alla zona Champions! Mazarri deve rivedere la tenuta difensiva dei suoi e perfezionare i meccanismi di attacco, ma l’Inter ha un’identità, un gioco, motivazioni che sino allo scorso anno erano sconosciute! Il derby di Bergamo e la gara di Udine domenica tasteranno la continuità del progresso nerazzurro oltre alle capacità di ripresa dell’Atalanta e dell’Udinese, reduci dalle sconfitte di Marassi (Atalanta) e con la Roma in casa (Udinese)! I bergamaschi e i friulani in casa danno sempre filo da torcere a tutti, l’Inter è tanto brava quando deve giocare su contropiede, se riesce a sbloccare la partita può complicare a chiunque la vita! Se la gara dovesse stallare a lungo l’Inter qualcosa la rischierebbe! La Lazio ritrova gol e vittoria, non ancora il miglior gioco! Contro il Cagliari si capisce quanto sia fondamentale Klose per l’attacco laziale, senza di lui la squadra perde molto in concretezza e ottiene davvero poco in termini di punti! Con più soluzioni in avanti la Lazio sarebbe una squadra che potrebbe insidiare non dico le primissime, ma almeno ambire alla zona Champions! Così deve difendersi alla men peggio e cercare di fare strada nelle Coppe (la Coppa Italia l’anno scorso l’ha mandata in Europa League!). E sarà un affare complicato nella tana del Milan, che, dopo la beffa di ieri al 94° e la strigliata dei vertici ai calciatori, deve rialzarsi in fretta, per tentare di evitare almeno 1 stagione in naftalina! Meno difficile, ma per nulla scontato, contro il Genova a Roma domenica, vista la necessità per i rossoblu di punti per la permanenza in A! Indubbiamente tante assenze complicano, non poco, il lavoro di Mister Allegri, ma troppe distrazioni nelle retrovie! E Balotelli non incide come dovrebbe e potrebbe! Cagliari – Bologna, Genova – Parma, Sassuolo – Udinese sono gare importanti per la zona calda della classifica; Udinese e Cagliari, pur autrici di ultime grandi stagioni e di un inizio più che sufficiente, non sembrano in grado di inserirsi nelle zone valide per i piazzamenti europei, ma tenteranno di allontanare le sabbie mobili della classifica della serie A! Lo stesso proverà a fare il Verona, che pure è molto in alto rispetto a quel che ci si aspettava, anche se la Samp venderà cara la pelle, atteso il suo bisogno di punti per la salvezza!

Il Bari scongiura la quinta sconfitta consecutiva grazie ad 1 autorete causata dal cross di Fedato, ma continua a palesare i soliti problemi in zona gol e le solite disattenzioni nelle retrovie! Speriamo sia solo una fase passeggera, i nostri non potranno davvero continuare in questo modo e occorre continuare a fare punti; la terzultima posizione, pur se in coabitazione, non è per nulla rassicurante! L’Empoli non è certo l’avversaria più indicata, ma non c’è tempo per lamentarsi; bisogna dare il meglio di sé e rialzarsi!

Giacomo Loseto

Click to listen highlighted text! Powered By GSpeech