Welcome to   Click to listen highlighted text! Welcome to Powered By GSpeech

Corrono in tre


La Roma irresistibile di questo inizio stagione schianta l’Inter sul suo terreno infliggendole tre colpi da k.o nel primo tempo (doppio Totti e Florenzi), rendendo vano il pur buon pressing dell’11 di Mazarri che, tuttavia, non riesce a finalizzare al meglio le ripartente. Anche il palo nega a Guarin la gioia del gol sull’1 – 0 per i giallorossi che, pur non privilegiando la quantità, sono efficaci nelle varie zone del campo. La difesa arcigna e i colpi di classe di Totti annichiliscono l’Inter, la bravura di Florenzi e la velocità di Gervinho arrotondano il risultato. La Roma è, senza dubbio, la squadra del momento! Il Napoli esalta le doti dei suoi singoli col gioco offensivo imposto da Benithez, rischia qualcosa sino al 2 – 0 contro il pur buon Livorno, ma poi dilaga! La Juventus comincia a mostrare i limiti di una squadra che, reduce da due anni di dominio incontrastato, accusa, oltre e più che l’usura di alcuni elementi (Buffon, Pirlo), i limiti, tecnici di alcuni (Padoin, come Isla in Champions, regala un gol al suo diretto avversario), di temperamento di altri (Pogba regala il pallone del 3 – 2 che andava solo spazzato in tribuna, la difesa centrale un po’ traballante come quando concede il colpo di testa del possibile 3 – 3 a Constant). La Roma andrà verificata al sorgere delle prime difficoltà ed intoppi; se saprà resistere ad un momento di naturale appannamento e calo potrebbe rendere durissima la vita alle inseguitrici! Il Napoli, che alla ripresa ospiterà i giallorossi, dovrà saper minimizzare le conseguenze dell’euforia che si crea nell’ambiente partenopeo e che talvolta ha, di fatto, ridimensionato le aspettative degli Azzurri del Vesuvio! La Juventus dovrà rivedere la propria fase difensiva; in Campionato mantiene, al di là delle distrazioni del reparto arretrato, un ruolino ottimo; in Champions se non recupererà concentrazione e solidità il rischio di un precoce abbandono della competizione è elevato; i due pareggi iniziali obbligheranno i bianconeri a conquistare punti contro i difficilissimi Galactici del Real! La gara col Milan ha confermato che la Juve, pur non più arcigna come un tempo, ha la forza per reagire ai suoi stessi limiti attuali e comunque renderà la vita difficile a tutti! Se per i bianconeri a Firenze, alla ripresa, sarà dura, di più lo sarà per Roma e Napoli che si scontreranno all’Olimpico di Roma! La Juve è abituata a vincere, a perdere, a rialzarsi! Sapranno fare lo stesso le due attuali rivali alle prime difficoltà??? Saprà la Juve resistere alle proprie carenze difensive sul difficile terreno di Firenze, coi Viola vogliosi di risalire? E il Napoli resisterà sull’onda dell’euforia contro la Roma? E sapranno i giallorossi mantenere la propria spensieratezza, che sino ad ora ha fatto per loro la differenza, al San Paolo? Il Milan contro il Livorno e l’Inter a Torino, sponda granata, avranno l’esigenza di risalire! Il Milan pagai propri limiti, difensivi e non, legati anche ad un organico che non sempre garantisce elementi all’altezza dei titolari spesso assenti; l’Inter dovrà svoltare e imparare a vincere anche quando deve attaccare, non solo quando deve difendersi! Per nulla facile, in ogni caso, sul campo del Torino che, l’abbiamo visto sa mettere in difficoltà ogni avversari! La  Lazio cercherà di risalire a Bergamo, sperando che qualcuna delle prime perda punti, anche se dovrà ritrovare efficacia in attacco; con la fiorentina il gioco non è mancato, ma se non si segna……Cagliari – Catania, Genoa – Chievo, Sassuolo – Bologna, Livorno – Sampdoria, Verona – Parma, diranno molto sulle ambizioni salvezza, specie del Bologna, del Sassuolo, del Genova, del Catania; per Parma, Verona, Cagliari sarà l’occasione per cercare di inserirsi per lo meno in posizioni tranquille!

Importante sarà anche verificare la Nazionale; acquisita la qualificazione ai Mondiali del 2014 Prandelli verificherà nuove soluzioni per gli Azzurri; giusto così, visto che elementi come Pirlo, Buffon, Barzagli, sono ormai verso la fine della loro carriera, quindi occorre verificare anche chi, in qualsiasi momento, sia in grado di non farli rimpiangere. Anche a questo, oltre che a confermare il prestigio sportivo azzurro, serviranno le gare contro Danimarca ed Armenia.

In serie B il Bari cede di misura, per la seconda volta consecutiva, al Partendo con l’Avellino! E’ un episodio a fare la differenza, occorre, tuttavia, sin dalla prossima partita, evitare certi errori ed essere più efficaci sotto porta! Obiettivo è rimanere in B, ma bisognerà raggiungerlo il prima possibile, tornando a fare punti già domenica con il Crotone al san Nicola!

Giacomo Loseto

Click to listen highlighted text! Powered By GSpeech