Welcome to   Click to listen highlighted text! Welcome to Powered By GSpeech

Category Archives: Eventi

Mimmo Mancini e Paolo De Vita, tornano a teatro i fratelli Capitoni


La locandina dello spettacolo

La locandina dello spettacolo

Disposti a tutto pur di ottenere un tetto e un tozzo di pane. Arrivare, addirittura, a denunciarsi come mandanti ed esecutori del rogo del teatro Petruzzelli. E’ quello che si inventano i fratelli Carlo e Cosimo Capitoni, fratelli più che cinquantenni, disoccupati perenni, disposti a tutto pur di dare una svolta alla loro difficile vita. I fratelli Capitoni sono i protagonisti del nuovo spettacolo in due atti di e con Mimmo Mancini e Paolo De Vita dal titolo “Se la legge non ammette ignoranza, l’ignoranza non ammette la legge”, prodotto dalla compagnia Fattore K. 4You Eventi in collaborazione con AncheCinema. Regia di Gisella Gobbi; costumi Cesare Tanoni; luci Paolo Macioci.
Lo spettacolo andrà in scena, unica data, nel suggestivo scenario delle Grotte di Castellana giovedì 28 luglio alle 21.

Il grande ritorno live di Renato Zero all’Arena di Verona

La copertina dell'album

La copertina dell’album

Reclamato a gran voce dai propri fan, Renato Zero torna live a oltre due anni di distanza dall’ultimo tour! L’1 e 2 giugno, infatti, l’artista si esibirà nella prestigiosa location dell’Arena di Verona, dove incanterà il pubblico con i suoi successi di sempre e presenterà per la prima volta dal vivo i nuovi brani contenuti nell’album “ALT”, in uscita l’8 aprile.

Dalle 16 di domani, giovedì 24 marzo, sarà possibile acquistare in prevendita i biglietti online suwww.ticketone.it e nei punti vendita abituali.

Premio Mimmo Bucci, al via, con la votazione online, la seconda fase del concorso

locandina3

Al via, la seconda fase del Premio nazionale di musica emergente “Premio Mimmo Bucci”, giunto all’ottava edizione, con la votazione online dei brani selezionati, partita lunedì 30 novembre per terminare domenica 13 dicembre.

Il Premio sin dalla nascita è organizzato da RadioSoundCity Network in collaborazione dell’Associazione Smart X Mimmo Bucci, dell’A.p.s. Sound City Group e da questa edizione dal nascente progetto di quest’ultima: Cba management.

Diciotto i semifinalisti che potranno essere votati, ogni giorno, accedendo al sito della Web Radio www.radiosoundcity.net. I semifinalisti sono: Acquasumarte “Vita d’artista”, Alessandro Montelli “Strane parti di me”, Capotasto “Carne da notizia”, Frieda “Amore nero”, Gerardo Tango “Canzone insoddisfatta”, Marco Lozito “Consuma”, Mizio Villardi “Ora va”, Monòdia “Nessuno pagherà”, Near “Diverso”, Nico Maraja “La notte, poi…”, One beat crew “Il giusto modo”, Dario e i Meridionali “Polvere da sparo”, Rosanna D’Aprile “Stop all’ansia”, Full immersion “Libero pensiero”, Sergio Adea “Smog”, ZeroCaffeina “Non si può prescindere” e Vera Kross “In un giorno qualunque”. E’ possibile ascoltare tutti i diciotto brani, durante la striscia giornaliera dedicata, tutti i giorni, collegandosi al sito della web radio: www.radiosoundcity.net. Al momento sono previsti tre passaggi nelle seguenti fasce orarie: 10,00 – 14,00 – 18,00.

Dei diciotto brani semifinalisti, selezionati da una giuria interna tra tutte le proposte pervenute, soltanto i primi sei più votati, accederanno alla finale del “Premio Mimmo Bucci” (salvo eventuali ex aequo), la sera di sabato 30 gennaio 2016 nella notevole cornice del Teatro Petruzzelli di Bari.

Per la finale, il compito di valutare i brani e decretare il vincitore del Premio Mimmo Bucci 2016, sarà affidato a una giuria esperta nel settore musicale.

Il Premio è un momento importante, che nasce e vive per ricordare anche la figura di Mimmo Bucci, che era sì il leader della cover band “La Combriccola di Vasco”, ma soprattutto un artista. Nel corso della sua carriera Mimmo, grazie alla preziosa collaborazione del suo autore e amico fraterno, Francesco Loconsole, ha inciso quattro cd. Ancora giovanissimo, Mimmo perde la vita, ucciso sul lungomare di Bari il 15 maggio 2007. Da allora, la sua musica non ha smesso un momento di risuonare forte. E questo Premio è il modo migliore per ricordarlo.

Il Festival nazionale sin dal primo anno, riceve il patrocinio e il sostegno delle Istituzioni locali. Il Comune di Bari prima, e da questa edizione la Regione Puglia, oltre la rinnovata ospitalità, sin dalla scorsa edizione, della Fondazione del Teatro Petruzzelli

Per maggiori informazioni: redazione@radiosoundcity.net

Premio Mimmo Bucci, c’è ancora tempo fino al 5 novembre per iscriversi

C’è ancora tempo fino al 5 novembre prossimo per iscriversi al Premio nazionale di musica emergente “Premio Mimmo Bucci”, giunta all’ottava edizione e organizzato da Radiosoundcity Network con la collaborazione dell’A.P.S. Sound city group, della cba management e dell’associazione Smart X Mimmo Bucci. La finale del Premio si terrà sabato 30 gennaio 2016 nella prestigiosa cornice del Teatro Petruzzelli di Bari.

Al Premio possono partecipare coloro che, cantautori o gruppi, abbiano un brano inedito genere pop rock. L’obiettivo della manifestazione, che ormai rappresenta un punto di riferimento per la città di Bari sin dal 2009, è quello di dare spazio e voce ai cantautori e ai gruppi emergenti che molto spesso hanno difficoltà a farsi apprezzare nel panorama musicale italiano.

Il Premio vuole ricordare anche Mimmo Bucci, che era sì il leader della cover band “La Combriccola di Vasco”, ma soprattutto era un artista. Nella sua carriera Mimmo, grazie alla preziosa collaborazione del suo autore e amico fraterno, Francesco Loconsole, ha inciso quattro cd. Mimmo è stato ucciso sul lungomare di Bari il 15 maggio 2007. Da allora la sua musica non ha smesso un momento di risuonare forte. E questo Premio è il modo migliore per ricordarlo.

Il Festival nazionale ha, sin dal primo anno, il patrocinio e il sostegno del Comune di Bari e da quest’anno anche della Regione Puglia.

Per chi volesse avere maggiori informazioni, è possibile scaricare il regolamento e il modulo di iscrizione andando sul sito www.radiosoundcity.net

Il modulo compilato, insieme al brano mp3 e la liberatoria, dovranno essere inviati a redazione@radiosoundcity.net

 Per maggiori informazioni: redazione@radiosoundcity.net

Ritorna il Makers’ Meeting all’Officina degli Esordi

La locandina dell'evento

La locandina dell’evento

Dopo il successo dello scorso anno, l’associazione di promozione sociale “Barimakers” lancia la seconda edizione del Makers’ Meeting che si terrà il prossimo 25 ottobre a partire dalle 9.30, all’Officina degli Esordi in via Francesco Crispi 5 a Bari.

Un’intera giornata dedicata ad Arduino, Raspberry Pi e alle altre schede di prototipazione rapida, alle stampanti 3D, ai prototipi e ai progetti più interessanti ed innovativi, rivolta  ai professionisti di Bari e provincia, ma soprattutto alla cittadinanza.

L’evento, gratuito ed aperto a tutti, nasce per condividere ed approfondire tematiche apparentemente lontane dal vissuto quotidiano della cittadinanza e di promuovere un processo di valorizzazione dell’ingegno dei creativi digitali, i makers.

L’evento è patrocinato dal Comune di Bari, dall’ADI (associazione dottorandi italiani), dal Politecnico di Bari e dalla Regione Puglia.

La giornata sarà strutturata con una ricca scaletta di interventi, presentazione di progetti, startup e dibattiti di divulgazione tematica. I prototipi esposti nell’esposizione permanente illustreranno le innumerevoli applicazioni dell’artigianato digitale nella vita quotidiana.

Tra gli altri, durante la giornata interverrano i maker di Justmake, un collettivo di Roma che ha messo su una piattaforma social per la stampa 3D, OpenBioMedical, che studia le applicazione della stampa 3D in ambito medico, con una particolare attenzione ai materiali innovativi l’associazione Skatoff di Barletta e i ragazzi di Alumni Mathematica.

Nell’area workshop, previa iscrizione gratuita, sarà possibile seguire delle lezioni sulla modellazione e la stampa 3D, sulla programmazione e sulle schede di prototipazione rapida.

Dalle 19.30 si esibirà l’artista pugliese S G A M O, le cui performance di musica elettronica hanno già riscosso successo in grandi contesti musicali quali il Locus Festival e Parco Gondar, in Salento.

 

La giornata sarà seguita da una diretta radiofonica a cura di Radio Frequenza Libera, la web radio degli studenti del Politecnico di Bari e media partner dell’evento che curerà le interviste e momenti di intrattenimento per il pubblico. L’evento godrà della partnership dell’Arci Bari, in sintonia con la sua missione di promozione della cultura e di stili di vita alternativi in tutto nel territorio locale e de La scuola Open Source, nascente polo di formazione e ricerca fondato, oltre che da Barimakers, dall’agenzia di comunicazione FF3300, XYLab, 3DNest, Nefula e Social Key.

Fucacoste, ecco il programma: è la Festa più grande della Daunia

Un collage di immagini delle passate edizioni

Un collage di immagini delle passate edizioni

Le radici della ricorrenza, la rilettura attenta della tradizione, lo spettacolo: sono questi gli elementi che, dal 30 ottobre all’alba del 2 novembre, caratterizzeranno l’annuale e attesissimo appuntamento con “Fucacoste e cocce priatorje”, l’evento più grande della Capitanata, capace lo scorso anno di portare a Orsara di Puglia 40mila persone in 48 ore. Non solo la notte dell’1 novembre, dunque, ma un intero fine settimana di iniziative, convegni, laboratori, attività per i bambini, teatro e concerti per conoscere, capire e vivere il giorno più luminoso dell’anno. Il programma, ora, è ufficiale. Il 30 ottobre, alle ore 18, in Piazza Mazzini si terrà “Aspettando i Fucacoste e Cocce priatoje”, convegno di presentazione delle manifestazioni. Sabato 31 ottobre, in Piazza San Pietro, alle 18 prenderà il via “Cuochi e Fuochi”, una gara di cucina orsarese per approfondire uno degli aspetti più importanti dei “Fucacoste”, il significato e le tipologie del cibo preparato e consumato durante la ricorrenza. Sabato 31 ottobre, inoltre, alle 21, il Teatro Comunale aprirà il sipario su “L’ubriacone”, spettacolo teatrale della compagnia “I senza nome”. Alle ore 22, sempre sabato, le vie del centro cittadino saranno attraversate dalla musica itinerante dei “Colpi del Wazuka”.

1 NOVEMBRE, IL GIORNO E LA NOTTE DEI FUCACOSTE. L’evento vero e proprio, come sempre, comincerà dalla mattina dell’1 novembre. Già dalle 10, in piazza San Pietro sarà attivo l’Info Point per la distribuzione del materiale informativo ai visitatori. Alla stessa ora, prenderà il via “Truccabimbi”, con animazione e attività per i più piccoli. Come ogni anno, anche stavolta si potrà partecipare ai laboratori per l’intaglio delle zucche. Le migliori opere saranno esposte in piazza e i loro autori riceveranno un premio. Per coinvolgere i rioni storici orsaresi, quest’anno è stato organizzato “Nel fuoco della tradizione, 1° concorso di Fucacoste per quartieri”. Saranno valutati l’aderenza ai principali elementi della tradizione (la condivisione del cibo, l’ospitalità) e la bellezza e l’imponenza dei falò.

AL RINTOCCO DELLA CAMPANA L’ACCENSIONE DEI FUOCHI. Il momento più suggestivo si vivrà alle ore 19: al rintocco delle campane della Chiesa Madre, saranno accesi i falò che illumineranno il paese. Da quel momento, avrà inizio la lunga notte dei Fucacoste e cocce priatorje (Falò e teste del Purgatorio), con l’apertura degli stand enogastronomici, la parata di giocolieri, artisti di strada e mangiafuoco dei Liubo. Alle 20.30 cominceranno gli altri spettacoli itineranti che vedono protagonisti la Contourband e il gruppo folk La Pacchianella. Alle 22 e, più tardi, alle 23.30, nel piazzale di via Madonna della Neve si terranno i concerti de Il Laboratorio del Grigio e de La Municipale Balcanica.

IL RITORNO DELLA PROCESSIONE DELLE ANIME. A mezzanotte, dopo anni di oblio, tornerà a calcare le vie di pietra del paese “La processione della Confraternita delle Anime del Purgatorio sotto il titolo di Santa Maria delle Grazie”. I confratelli incappucciati, completamente vestiti di bianco, si avvieranno dall’antica Chiesa dei Morti e attraverseranno il paese accompagnandosi, come vuole la tradizione, alle anime dei defunti. La processione della mezzanotte dell’1 novembre è un’usanza che, secondo le fonti più accreditate, risale al diciottesimo secolo. E’ una tradizione che ha più di 300 anni. Gli incappucciati, con loro, portavano delle zucche-lanterna.

TUTTE LE INFORMAZIONI UTILI. Per le informazioni sulla logistica, le aree di parcheggio riservate ai visitatori, l’area destinata all’accoglienza dei camper e i numeri utili per prenotare ospitalità e ristorazione, si può consultare comune.orsaradipuglia.fg.it (http://www.comune.orsaradipuglia.fg.it/cms/cms_area.php?idarea=13). Il recapito telefonico dell’Urp è il seguente: 0881.027520.

LE ALTRE INIZIATIVE. Il 31 ottobre e l’1 novembre sarà possibile partecipare alle visite guidate all’Abbazia Santi Angeli, al forno a paglia del 1526, allo showroom “Architettura e Vino”. Il laboratorio delle zucche aprirà già il 31 ottobre e sarà attivo dalle 15.30 alle 18 in Largo San Michele, nei locali del Centro Visita. Sarà possibile visitare anche la Cantina del Paradiso, premiata alla Biennale di Venezia come una delle più belle “Cattedrali del Vino” d’Italia. Nel complesso abbaziale, sarà visitabile il Museo della Tradizione dell’1 novembre.

QUANDO? L’1 NOVEMBRE. La notte dei Fucacoste è quella che va dalla sera dell’1 novembre all’alba del giorno seguente. Molti si confondono, immaginando si tratti di Halloween: niente di più sbagliato. Sui social sarà lanciato l’hashtag #quinonèhalloween. La notte dei falò è diversa non solo nei significati e nello spirito che la caratterizzano ma anche per ciò che attiene al momento in cui si celebra: Halloween si svolge la notte del 31 ottobre, la notte dei Fucacoste, invece, va in scena 24 ore dopo. Il ‘quando’ è molto importante anche da un altro punto di vista. Per godersi appieno l’evento, è importante essere in paese già del mattino dell’1 novembre o anche prima, e lo è per almeno 2 motivi: fare il proprio ingresso nel borgo prima che lo stesso sia chiuso al transito delle automobili per motivi di sicurezza (di solito accade attorno alle ore 21, in ogni caso dipende dal flusso e dalla quantità di automobili in entrata); vivere l’attesa, la preparazione, la vera e propria trasformazione del paese man mano che si avvicinano il tramonto e i rintocchi delle campane che danno il via all’accensione dei fuochi.

LE ZUCCHE LANTERNA. Beffarde, sorridenti, misteriose: nella notte dei falò, le anime del purgatorio sono guidate dai lumi posti all’interno delle zucche che prendono sembianze umane. In questo periodo, gli orsaresi scelgono le migliori zucche dei loro campi e le intagliano per la notte dell’1 novembre. Nei giorni che precedono l’evento, Orsara di Puglia vibra al ritmo di una crescente frenesia. L’attesa e la preparazione sono vissute in ogni casa.

IL SIGNIFICATO. Falò e delle teste del purgatorio: è questo il significato di “Fucacoste e cocce priatorje”, la notte dei cento fuochi, delle 1000 zucche-lanterna, la notte più lunga dell’anno per Orsara di Puglia. Qui, nel cuore verde della provincia di Foggia, la sera del 1° novembre si infiamma e si accende fino al mattino seguente. E’ un evento che mette in evidenza l’illuminazione della fede, il ricordo dei defunti, il gusto genuino di stare insieme condividendo un momento di comunione. E’ la “magia” autentica del legame misterioso tra il mondo dei vivi e quello di quanti vivono nella nostra memoria.

L’ORGANIZZAZIONE. Le manifestazioni del 30 e 31 novembre e l’evento dell’1 novembre sono organizzati dal Comune di Orsara di Puglia in collaborazione con tutte le principali realtà associative del paese. All’organizzazione delle attività hanno assicurato il loro prezioso contributo la Parrocchia della Chiesa Madre, Holladura Street Band, Pro Loco, Associazione Commercianti e Artigiani Orsaresi (Acao). La manifestazione gode del patrocinio e della collaborazione di Promo Daunia, Gal Meridaunia e Regione Puglia. “Colpo in canna web radio” e Rec24 sono i media partner ufficiali.

Gran Torino: da oggi su tutti i canali il videoclip di “Albero e Terra”

I Gran Torino

I Gran Torino

Dopo l’anteprima esclusiva su Traks e dopo la simpatica e bizzarra vicenda dell’involontario “gemellaggio” con Radio Deejay, a causa delle numerose affinità tra il video dell’ultima Deejay Ten di Linus e questo nuovo lavoro dei due rocker bolognesi, i Gran Torino presentano ufficialmente in radio e su tutti i canali il nuovo singolo e videoclip della title-track del loro album d’esordio, “Albero e Terra”.

Accompagnati dalla voce genuina e affascinante di Francesca Biancoli, i Gran Torinodecidono di mettere momentaneamente da parte gli abiti del rock più aggressivo per mostrare anche il loro lato più romantico. Così, con la storia d’amore tra un albero e la terra in cui egli affonda le sue radici, metafora per raccontare ogni forma d’amore tra due complementari parti di qualcosa di unico e totale, la favola di “Albero e Terra” diventa una favola senza tempo, tanto attuale quanto eterna, perfetta sintesi della musica del duo bolognese.

Il videoclip, da oggi disponibile su tutti i canali, è girato dal regista Simone Cappelletti, e vede protagonisti gli attori Martina Sacchetti e Giacomo Rabbi.

https://www.youtube.com/watch?v=Dvi_K-byjhw

Niccolò Fabi e Mauro Ermanno Giovanardi
live a Ciclocus

9c1fd211-e2bc-44fc-bde2-f91e629acd70

La prima edizione di CICLOCUS, si svolgerà il 26, 27 e 28 giugno fra Locorotondo e Castellana Grotte, con i concerti di Mauro Ermanno Giovanardi e di Niccolò Fabi, intorno ai quali si sviluppa un programma di escursioni in bici in compagnia di esperte guide cicloturistiche.

Il tutto avverrà in campagna, fra masserie e suggestivi percorsi fra i trulli, e chi parteciperà alle escursioni guidate in bici potrà anche accedere gratuitamente ai due concerti: il 26 giugno alla Masseria Papaperta (Castellana Grotte) con Mauro Ermanno Giovanardi, ed il 27 giugno alla Masseria Ferragnano (Locorotondo) con Niccolò Fabi.

Ciclocus è nato da un’idea di Bass Culture e del Comune di Locorotondo: gli stessi organizzatori del Locus festival, che da anni valorizzano il territorio pugliese con la musica di qualità. Un’idea pienamente condivisa dal SAC “La Murgia dei Trulli: dal mare alla Valle d’Itria” nell’ambito dell’iniziativa “INValle d’Itria”, che dal 19 giugno al 16 agosto interesserà i comuni di Monopoli, Locorotondo, Cisternino, Martina Franca, Castellana Grotte, Alberobello, Noci e Putignano.

Le iniziative cicloturistiche previste saranno coordinate da Puglia Cycle Tours.

Aspettando il Locus festival 2015, ci godiamo in pieno la magia della Valle d’Itria, in maniera ecosostenibile ma senza rinunciare alla buona musica!

“Duke”, l’omaggio di Fabrizio Bosso ad Ellington

Cover_Duke_Bosso

Si chiama Duke il nuovo disco di Fabrizio Bosso, un omaggio al “Duca” Ellington in uscita il 26 maggio per la Verve/Universal.

È naturale per tutti i più grandi musicisti sentire l’esigenza di misurarsi con i maestri del passato, rendendo un omaggio che possa estinguere, almeno in parte, il debito nei loro confronti. La scelta di Bosso, trombettista dalla voce inconfondibile e tra i più quotati nella scena jazz italiana e internazionale, è caduta in questo caso su Duke Ellington, forse il compositore più influente di tutto il Novecento.

Fabrizio Bosso riesce in un’operazione audace e per affrontarla ha chiamato accanto a sé Paolo Silvestri, che ha scritto arrangiamenti funambolici e pieni di verve che fanno di Duke molto più di un semplice tributo a uno più grandi maestri che il jazz abbia conosciuto. Partendo dagli standard più celebri del “Duca”, Silvestri li rivisita senza stravolgerli, dando la giusta centralità alle note necessarie e preparando il campo a Bosso perché possa, grazie alla sua tecnica, al suo estro e al suo gusto inimitabile per la melodia, dare l’ennesima prova di un talento ormai maturo e capace di sorprendere ancora.

Il trombettista di origini torinesi, che ci ha ormai abituati da diversi anni a incursioni in territori anche molto lontani dal jazz, la cui ecletticità gli ha consentito di muoversi con uguale disinvoltura in ambiti trasversali, ritorna con un album che suggella il legame indissolubile col suo primo amore: il jazz.

Ad accompagnare la tromba di un Fabrizio Bosso in stato di grazia – autentico caleidoscopio di colori e timbriche sofisticate – c’è il suo quartetto composto da Julian Oliver Mazzariello al pianoforte, Luca Alemanno al contrabbasso, Nicola Angelucci alla batteria e una sezione di fiati maestri: Fernando Brusco e Claudio Corvini alla tromba, Mario Corvini al trombone, Gianni Oddi al sax alto, Marco Guidolotti al sax baritono e Michele Polga al sax tenore e soprano.

Una lunga cavalcata tra i successi più grandi del “Duca”, dalle atmosfere sofisticate delle Big Band di I Let A Song Go Out Of My Heart ai ritmi travolgenti di Caravan e Perdido, passando per una versione magnificamente riarrangiata di In A Sentimental Mood al lirismo di Solitude fino a I Don’t Mean A Thing (If It Aint’t Got That Swing) registrata con il quartetto e con Michele Polga al sax tenore e Marco Guidolotti al baritono. Completa la tracklist un medley a cui la direzione del maestro Paolo Silvestri conferisce grande coesione senza snaturare l’essenza dei brani proposti, unendo due grandi classici di Ellington: Black Tan Fantasy e Jeep’s Blues.

Un disco che esalta l’eleganza compositiva dei brani di Duke Ellington evidenziando, allo stesso tempo, le doti indiscusse di interprete di Fabrizio Bosso che qui mette in luce ancora una volta un talento proteiforme e cristallino.

Gli Audio 2 in concerto a Mola di Bari

Audio 2

Sabato 16 maggio appuntamento con il pop d’autore alla masseria Dal Canonico, a Mola di Bari. Ci sarà, infatti, il concerto degli Audio 2.

AUDIO 2Gianni Donzelli ed Enzo Leomporro, napoletani, debuttano come autori nel 1992 con il brano  “Neve”, inciso da Mina nell’album “Sorelle Lumière”. Il debutto discografico con la sigla Audio 2 è del 1993, con l’album omonimo prodotto da Massimiliano Pani. Nel 1994 duettano con Mina in “Rotola la vita”, nel 1995 pubblicano E=MC2 , con il singolo “Alle venti”, nel 1996  è la volta di Senza Riserve. Nell’album “Mina Celentano”, nel 1998, ci sono ben tre brani degli Audio 2, tra cui l’inedito “Acqua e sale”. Le hit del duo vengono poi raccolte in AUDIO 2 – THE BEST AIRPLAY, del 1998, che contiene anche tre inediti; nel 2000 esce AUDIO 2 MILA, quattordici brani tra cui compare, ancora una volta, “Acqua e sale”. Nel 2002 viene pubblicato SORRISI E CANZONI, in cui gli Audio 2 ripropongono le loro composizioni eseguite da Mina più tre inediti, seguito nel 2006 da ACQUATICHE TRASPARENZE. Gli Audio 2 tornano nel 2009 con MOGOL AUDIO 2, che segna l’inizio della collaborazione autorale con il noto parliere.

Al Canonico il duo sarà accompagnato da: Luca Esposito alla batteria, Arduino Lopez al basso, Gianni Laporta alle tastiere, Vince Carpentieri alla chitarra.

 

La Masseria Dal Canonico, della famiglia Brunetti, si trova nelle campagne a sud-ovest di Mola di Bari, Poggio le Antiche Ville, in Contrada “Brenca” (località S. Materno, al confine con Rutigliano), raggiungibile dalla provinciale 111 Mola-Rutigliano, nella zona “Poggio Antiche Ville”, in via Chiancarelle, 48.

Inizio ore 21.00. Ingresso: 35 euro concerto + cena.

Info e prenotazioni: 347.27.131.40 – 348.7212867– 348.66.285.93 -080.4737744.

Le istruzioni per arrivare e le informazioni sulla masseria su www.dalcanonico.com .

Click to listen highlighted text! Powered By GSpeech