Welcome to   Click to listen highlighted text! Welcome to Powered By GSpeech

Category Archives: Sport

Cinque squadre in due punti


Napoli e Roma guidano a punteggio pieno, Inter Fiorentina e Juventus rispondono e tengono il fiato sul collo delle capoliste! In soli 2 punti, dopo quattro giornate, sono raggruppate ben cinque squadre e, a giudicare da quest’inizio, sembra profilarsi un campionato abbastanza indeciso equilibrato e che potrebbe risolversi solo nelle battute finali! Il Napoli si impone con personalità a San Siro, l’Inter fa un sol boccone del Sassuolo (7 – 0), Roma e Fiorentina hanno ragione con autorità di Lazio e Atalanta, la Juve, come sempre in quest’inizio un po’ sprecona e a tratti distratta supera, un po’ a fatica, il Verona. Emergono dati certi; Napoli e Roma mettono in campo personalità, adesso battono squadre di rango, oltre e più che quelle di bassa classifica. La Fiorentina vince anche senza elementi di spessore come Gomez e Quadrado, l’Inter è affamata e schianta il Sassuolo, la Juventus vince grazie ai suoi attaccanti (Tevez e Llorente), dopo averci, nei precedenti due anni, abituati più ai gol dei suoi incursori di metà campo (1 su tutti Vidal) e della difesa che dei terminali offensivi. Napoli – Sassuolo, Sampdoria – Roma, Inter – Fiorentina tasteranno la capacità di Napoli, Roma e Fiorentina di resistere allo stress di dovere scendere in campo ogni tre giorni; apparentemente più semplice dovrebbe essere per la Roma, non impegnata nelle coppe europee, più dura per il Napoli, che disputa la Champions, più delicata per la Fiorentina che, reduce dalle gare di Europa League che si disputano il giovedì, ha maggiori difficoltà nel recupero di energie fisiche, vista la maggior vicinanza del giovedì alla domenica! Per Inter e Juventus il discorso è diverso; l’Inter, in ricostruzione, dovrà saper superare la paura di vincere che, talvolta, potrebbe subentrare sul più bello! La Juve, invece, fa i conti forse con un inconscio appagamento; gioca, talvolta, dando la sensazione di non metterci rabbia, furore agonistico, per lo meno non in tutte le fasi della gara! Se con la Lazio ha risolto, abbastanza presto, nei 90 minuti, la gara, con Sampdoria, Verona, lo stesso modesto Copenaghen in Champions la Juventus ha dovuto penare molto, al di là dei risultati finali! Per Inter e Juve due banchi di prova attendibili; la Viola ci dirà se l’Inter, davvero, può ambire allo scudetto o se dirà la sua, ma un piano al di sotto delle altre contendenti! Con la Juve l’Inter disputò una buona partita, con la Fiorentina dovrà, almeno, confermare la buona prestazione coi bianconeri e uscire imbattuta! A Verona contro il Chievo la Juve dovrà migliorare e buttare furore agonistico in campo! Pur se apparentemente più facile la sfida del Bentegodi si presenta insidiosa per i bianconeri, obbligati a vincere per tenere almeno testa a Roma e Napoli! Conte ha capito di dover ricorrere al turn over per dosare le forze dei suoi allievi e dare a tutti la possibilità di tirare fiato e dare il massimo! Dovessero confermarsi gli attaccanti per il C.T. bianconero sarebbe un problema in meno in vista di questo periodo denso di impegni! Nettamente distaccate sono Lazio e Milan; i biancocelesti non conoscono mezze misure, vincono in casa e perdono fuori! I rossoneri pagano care le numerose distrazioni della difesa e, questa volta, anche gli errori sotto porta, specie di Balotelli che si fa pure parare un rigore! Il Milan, sul piano del gioco, sembra in crescita, tuttavia dovrà evitare errori tecnici se vorrà per la meno risalire. La Lazio deve ritrovare continuità, atteso che il materiale tecnico ed umano è quello che è e Petkovic non può fare miracoli! A Bologna per il Milan, a Roma contro il Catania per la Lazio, non è ultima spiaggia ma sono già chiamate fondamentali per tentare di reinserirsi tra le grandi! Ulteriori passi falsi scaverebbero un solco che, premesso che siamo appena alla quinta giornata di andata, renderebbe di fatto più difficile, specie a livello psicologico, il prosieguo della stagione delle due formazioni! Il Catania farà l’impossibile per uscire almeno imbattuta da Roma, per il Parma, con l’Atalanta, è l’occasione per riprendere terreno! Livorno – Cagliari ed Udinese – Genova potrebbero permettere di avanzare a piccoli passi alle contendenti; il turno infrasettimanale potrebbe consigliare di non rischiare più di tanto!

In serie B il Bari conquista una vittoria importantissima a Pescara; sono 3 punti davvero d’oro per i biancorossi che adesso devono rituffarsi martedì al san Nicola col Palermo col massimo rispetto per la formazione rosanero che non attraversa, vero, un momento favorevole, tuttavia resta tra le favorite per il ritorno in A. Obbligo dei nostri ragazzi è dare il massimo e almeno prolungare la serie positiva; una vittoria aiuterebbe l’ambiente a scrollarsi le tensioni e i malumori legati alle note vicende societarie e regalerebbe ulteriore autostima, ma sarà importante non perdere e dare un segnale al campionato; IL BARI C’E’!

Giacomo Loseto

Radio Sound City all’Autodromo di Monza
per il GP d’Italia

20130908_075904

In occasione dell’84° Gran Premio d’Italia di Formula Uno, domenica 8 Settembre ci siamo recati presso la pista monzese per assistere alla competizione automobilistica più importante dell’anno, che anche in questa edizione ha fatto registrare partecipazioni di pubblico ben oltre le aspettative. Tra le oltre 100000 persone che nel weekend hanno assistito alle competizioni in programma c’eravamo anche noi della Redazione di Milano di SoundCity News! Complice la levataccia mattutina siamo giunti all’autodromo già alle otto, e ciò ci ha consentito di metterci a bordo transenne per assistere all’ingresso dei piloti nel paddock. Accolti come delle star, specialmente i Ferraristi Fernando Alonso e Felipe Massa, molti di loro non hanno deluso il pubblico ed ci hanno dedicato foto ed autografi, segno che la passione dei tifosi italiani è, ancora una volta, una delle più calde ed accoglienti di tutto il campionato mondiale. Particolare attenzione hanno suscitato le entrate di Mark Webber e Kimi Raikkonen, ove il primo si è fatto largo tra il pubblico prima di scavalcare la transenna, come un qualunque invasato di fronte ai propri beniamini (facendo rimanere attoniti e “atterriti” gli stuart), mentre il secondo ha tenuto fede alla sua fama di Iceman scendendo dalla macchina (che proprio un’utilitaria non era..) e salutando il pubblico con un cenno indifferente della mano e girato di spalle, come una qualsiasi persona farebbe quando incontra un conoscente dall’altro lato della strada. Noi di RadioSoundCity siamo riusciti a strappare una foto all’ingegnere di macchina di Fernando Alonso, Andrea Stella (molto disponibile, ma non ditegli che è un “genio” – e chi ha seguito le qualifiche del sabato mi può ben capire -) e a Paul Hembery, direttore tecnico di Pirelli Corse per la Formula Uno.

Raffreddatosi temporaneamente il calore del pubblico per i piloti, si sono invece riscaldate le piastre degli innumerevoli venditori di alimentari (un consiglio: se amate panini in tutte le salse, all’Autodromo vi trovereste a casa) che hanno immesso nell’aria quell’olezzo di carne arrostita che assieme al (poco) odore dei gas di scarico ha dato vita ad una miscela olfattiva sicuramente singolare. Note culinarie a parte, vivere da spettatori un’esperienza come il Gran Premio d’Italia è sicuramente imperdibile: ciò che più colpisce è l’organizzazione che viene allestita per il weekend, dagli stuart alle tribune, dal calendario ricco di eventi, ai mezzi di trasporto. Far muovere all’interno di un parco più di centomila persone non è impresa logistica da poco, oltre ovviamente al brivido per la velocità che solo nel suo “Tempio” si può fino in fondo apprezzare.

Ma ora accendiamo i motori e veniamo alla parte sportiva.

Se Monza si presentava come l’ultima chiamata per Alonso per rincorrere il tri-campione del mondo Vettel, diciamo che si è fatto tardi. Usando una metafora che i pendolari ben capiranno, è un po’ come arrivare al gate di imbarco in aeroporto e trovarlo chiuso: l’aereo non è ancora partito ma ci vorrà tutta la nostra abilità diplomatica per convincere il pilota a riaprire i portelli. Traduzione di tutto ciò presto fatta: se Vettel non ha già vinto, ci vuole solo un miracolo affinché non riesca a centrare il suo quarto titolo mondiale consecutivo. La gara di Monza non ha riservato sorprese, salvo una bella partenza del partente (dal Cavallino) Felipe Massa, vanificata però dalla supremazia tecnica della Red Bull di Mark Webber. Ottimo anche Nico Hulkemberg (partito terzo e giunto quinto al traguardo), che si dimostra uno specialista della qualifica, dopo la sua prima pole a San Paolo nel 2010. Weekend in chiaro-scuro per Mercedes e Lotus: chiaro per le prestazioni in gara di Hamilton e Raikkonen, scuro per le deludenti qualifiche del sabato, segno che dopo la sosta di Agosto c’è stata una flessione tecnica in favore della Ferrari. Appuntamento (ahinoi solo da spettatori distanti!) a domenica 22 Settembre per il GP di Singapore.

Spentisi i motori e chiusisi i box, si sono aperti per tutto il pubblico i cancelli della pista, che ha consentito a tutti, noi compresi, di vivere un’emozione unica per gli appassionati, e cioè il percorrere a piedi il tratto curva Parabolica – Rettilineo Centrale assieme a tutta l’onda Rossa entrata a festeggiare il secondo posto di Fernando Alonso. Non siamo riusciti a prendere qualche goccia di Champagne dai piloti, ma speriamo di aver fatto vivere ai lettori di SoundCityNews una parte della vibrante esperienza vissuta la domenica del Gran Premio qui a Monza.

Twitter @m_loconsole

Si ringrazia Giorgio Marabotti

Napoli e Roma in vetta

Battendo l’Atalanta (2 – 0) e il Parma (3 – 1) Napoli e Roma si presentano in vetta a punteggio pieno dopo tre giornate! I rispettivi collettivi sono esaltati dalle prodezze di Higuain e Callejon (Napoli) e Florenzi, Totti e Strootman (Roma). Entrambe manifestano grande entusiasmo e voglia di far bene, e per la Juve, fermata sull’1 – 1 a San Siro dall’Inter, non sarà semplice riconfermarsi! I successivi impegni ci diranno circa la capacità di reggere stress da alta classifica e continuità delle due attuali capoliste! Il Napoli, pur non irresistibile in difesa, dispone di un complesso estroso e comunque concreto; Borussia e Milan ci diranno se i partenopei sapranno tenere il doppio impegno Campionato – Champions. La Roma, più solida in difesa, avrà il vantaggio di puntare tutto sul campionato e potremo meglio misurarla negli scontri diretti! A partire dal derby con la Lazio in cui si misureranno non solo qualità tecniche ma anche orgoglio stracittadino, voglia dei giallorossi di vendicare la sfortunata finale di Coppa Italia dello scorso anno e dei biancocelesti di inserirsi  tra le prime! Apparentemente più semplici i compiti di Juve ed Inter; entrambe affronteranno formazioni inferiori al loro valore. Tuttavia…..il Verona è una squadra da cui occorrerà che la Juve si guardi, specie dal sottovalutarla (il Milan al cospetto degli scaligeri è incappato nella prima sconfitta stagionale!), specie dopo lo sforzo in Champions col Copenaghen. E l’Inter farà i conti col Sassuolo che farà l’impossibile per scrollarsi lo zero in classifica; i nerazzurri sono un’altra squadra rispetto al recente passato ma, occorre ricordarlo, sono pur sempre in ricostruzione! Per il Milan, col Napoli, è già una chiamata fondamentale; perdere significherebbe vedere allontanarsi la vetta e tutte le potenziali avversarie, il che non sarebbe il massimo come inizio! Vedremo quale tra le due saprà gestire meglio lo stress Campionato – Champions, per il Milan i numerosi infortuni non sono una felice premessa, ma la formazione rossonera ha l’esperienza necessaria per sopperire! Il Napoli, se non peccherà di entusiasmo dopo i nove punti in tre gare, ha tutto per far soffrire il Milan! La Fiorentina, priva di Gomez e Quadrado infortunati e Pizarro squalificato, affronterà l’insidioso terreno dell’Atalanta contro gli orobici che vorranno fare punti per cercare di sentirsi più tranquilli in classifica; il collettivo viola gira bene, col Cagliari però si è visto quanto pesino certe assenze! Bologna – Torino, Chievo – Udinese, Genova – Livorno e Catania – Parma sono gare importantissime per la salvezza; specie gli etnei vorranno voltare pagina dopo l’inizio sfortunato che li relega in ultima posizione a zero punti in compagnia del Sassuolo!

  Il Bari conquista finalmente i primi tre punti del campionato! Il gol di Ceppitelli è una vera e propria boccata d’ossigeno per i biancorossi che abbandonano l’ultimo posto, a causa dell’ennesima penalizzazione inflitta per la vicenda dei bilanci societari! Ora occorre continuare su questa strada e aggiungere più punti possibili, il prima possibile! Magari sin dalla trasferta di Pescara; sogni di gloria per il momento sono pura utopia, la salvezza va raggiunta il prima possibile, per dare modo alla squadra di crescere e poter preparare il ritorno al calcio giocato ai massimi livelli nazionali!

Giacomo Loseto

In cinque a punteggio pieno

Alla Juventus, che sabato sera ha nuovamente suonato la Lazio (4 – 1) dopo la Supercoppa, rispondono Napoli (4 – 2 a Verona al Chievo), Roma (3 – 0 al Verona), Fiorentina (5 – 2 a Genova) ed Inter (3 – 0 a Catania). Alla Juventus che viaggia con i suoi schemi consolidati le pretendenti rispondono con punteggi netti. Anche il Milan coglie i primi tre punti del suo nuovo Campionato a scapito del Cagliari. Il Napoli e la Fiorentina, temibilissime dal centrocampo in su, mostrano disattenzioni difensive che, per ora, non hanno avuto alcun peso, che dovranno però col tempo essere, per lo meno, limitate. Alla ripresa, dopo la sosta per la Nazionale,  Cagliari (per i Viola) e Atalanta (per i partenopei) saranno banchi di prova da non sottovalutare, attesa la capacità delle due formazioni di giocare su contropiede. E saprà la Roma confermarsi sui propri livelli di gioco e risultati a Parma, al cospetto dei ducali feriti dalla sconfitta di Udine e con un Cassano che vorrà distinguersi in bene contro la sua ex squadra? Sulla carta l’impegno più difficile lo avrà la capolista Juventus; a San Siro i bianconeri saranno attesi da un pubblico nerazzurro voglioso come non mai, oltre e più che di riscattare le ultime due sconfitte interne patite coi bianconeri, di rivedere un’Inter vincente! La stagione nerazzurra è iniziata sotto i migliori auspici, Mazarri ha trasformato un gruppo che sino a qualche mese fa era allo sbando in una squadra compatta, in cerca ancora di un gioco che valorizzi del tutto i suoi giocatori, ma che vende cara la pelle a tutte le avversarie! Se l’Inter continuerà con l’umiltà con cui ha affrontato sino ad ora le avversarie potrà giocare una grande partita e tutto potrebbe accadere; se dovesse peccare d’orgoglio e credere di essere già sui livelli della Juve potrebbe andare incontro a spiacevoli sorprese! La Juve è attualmente superiore, la voglia di far bene di giovani come Jonathan, Kovacic, Ranocchia, andrà indirizzata verso una gara intelligente. L’Inter, ora come ora, ha tutto da guadagnare ed imparare, certamente darà tanto filo da torcere ai bianconeri, se interpreterà con attenzione la gara certamente si manterrà tra le prime! Il Milan farà i conti col Torino, squadra dura e rognosa che non regalerà nulla, inizieremo a vedere se il ritorno di Kakà aumenterà le potenzialità offensive rossonere! Il derby di Genova metterà di fronte due formazioni già in difficoltà; 1 solo punto la Samp, 0 il Genova, dopo due partite! 1 bottino un po’ magro che non sappiamo se spingerà entrambe a cercare la vittoria o a non farsi male! Verona – Sassuolo e Udinese – Bologna ci diranno qualcosa in più in zona salvezza, col Sassuolo che vorrà scrollarsi lo zero in classifica contro l’ostico Verona e il Bologna che farà di tutto per uscire imbattuto dal difficile terreno di Udine! Ora la nazionale Azzurra sarà chiamata al doppio impegno contro Repubblica Ceka e Bulgaria. C’è in palio la qualificazione ai Mondiali 2014 del Brasile da non fallire! Massima attenzione dunque, basterà non commettere errori per staccare il biglietto per i Mondiali, giusto coronamento del lavoro sin qui svolto da Mister Prandelli!

Il Bari in serie B impatta sullo 0 – 0 anche col Brescia, dimostrando compattezza ma anche limiti in zona offensiva! Il problema sin qui irrisolto dei galletti è il gol, speriamo che gli ultimi colpi di mercato e le soluzioni interne permettano di sopperire alle carenze offensive sin qui evidenziate! Già a Siena sarà uno scontro importante in cui bisognerà fare ancora meglio di quanto sino ad ora visto!

Giacomo Loseto

Vincono tutte tranne il Milan

Al gol di Tevez, con cui la Juve espugna il difficile terreno di Marassi, rispondono il Napoli (3 – 0 al Bologna con Callejon e doppio Hamsik), l’Inter (2 – 0 al Genova con Nagatomo e Palacio), la Roma (2 – 0 a Livorno con De Rossi, in gol dopo 15 mesi, e Florenzi), e la Lazio (2 – 1 all’Udinese con Hernanes e Candreva). Solo il Milan stecca all’esordio; l’iniziale vantaggio di poli è annullato e sorpassato da Toni che, con la sua doppietta, regala ai veneti neopromossi in A tre punti d’oro che lasciano ben sperare per la salvezza! I rossoneri, probabilmente proiettati verso il ritorno del preliminare di Champions, pagano le solite disattenzioni difensive e sin da mercoledì col PSV saranno chiamato ad invertire la rotta per non sprecare, oltretutto, la grande rimonta della seconda parte dello scorso campionato! Il reparto arretrato rossonero è sempre in altomare e Mister Allegri dovrà rivedere i propri schemi se vorrà rendere competitiva la propria squadra sino in fondo! Sarà altrettanto importante domenica prossima battere il Cagliari a San Siro per riprendere terreno e cercare di approfittare delle difficoltà che alcune grandi incontreranno! Il Verona renderà visita alla Roma e di certo non farà sconti, pur partendo i giallorossi favoriti in quanto più forti e squadra di casa! Né sarà più semplice per Napoli e Inter sui terreni non facili di Chievo e Catania, squadre che hanno una propria compattezza e capacità di mettere in difficoltà chiunque! E se pensiamo che Juve e Lazio, dopo sole 2 settimane dalla Supercoppa, si risfideranno, stavolta a Torino….. Comunque andranno a finire le altre gare il Milan, vincendo, potrà trarre vantaggio in classifica e morale! Resta da trovare, per i rossoneri, continuità a livello di risultati ma solo evitando sbavature nelle retrovie il Milan potrà tornare a competere per lo scudetto! Il Parma pur impreziosito dall’arrivo di Cassano, non sfonda il muro del solido Chievo e deve accontentarsi dello 0 – 0; il Torino inizia bene battendo il Sassuolo, ma dovrà confermarsi sul difficile campo dell’Atalanta, ferita dalla sconfitta in rimonta subita a Cagliari! Vedremo se il Genova saprà bloccare la Fiorentina, il cui attacco (Gomez – Giuseppe Rossi) incute rispetto e paura a tutti! Bologna – Sampdoria sarà una gara dove nessuno vorrà perdere, vedremo se prevarrà la paura di restare a zero punti dopo due giornate o la voglia di riemergere!

Il Bari inizia il suo ennesimo torneo cadetto con un pareggio sul non facile terreno della Reggina! I Galletti soffrono tanto nella ripresa al Granillo ma portano via un punto che è oro, rifucono la penalizzazione (ora solo 2 i punti da scontare) e preparano la gara casalinga di sabato col Brescia con un pizzico di tranquillità in più! I lombardi sono reduci dal 2 – 2 interno col lanciano, ma non significa nulla, occorrerà molta attenzione e non concedere nulla ai bresciani! Bisognerà evitare le disattenzioni che nella seconda parte della gara di venerdì hanno più volte messo a rischio la gara! Soprattutto occorrerà trovare un valido schema offensivo; sul piano del gioco il Bari non dispiace affatto, ma preferiremmo un campionato tranquillo e non dover soffrire sino in fondo per la permanenza!

Giacomo Loseto

Pronti…..via con la nuova stagione

La Juventus si riconferma vincitrice della Supercoppa Italiana e si aggiudica il primo trofeo stagionale! I bianconeri vengono a capo di una partita che, sino al 2 – 0, era stata equilibrata ma che, nel prima e nel dopo tale momento, conferma la attuale superiorità juventina non solo e non tanto in termini di mezzi, ma soprattutto di mentalità! La Lazio, guardinga ed in partita sino al 2 – 0 siglato da Chiellini, crolla sotto i colpi sferrati dai bianconeri con i loro contropiedi veloci e rabbiosi e vogliosi di riscattare un’estate sin lì avara di soddisfazioni! Licsteiner e Tevez, nel giro di cinque minuti, completano la goleada bianconera che certamente rende l’idea di come Mister Conte e i suoi ragazzi hanno ancora fame di successi! E ben fanno a conservarla, perché, ora più che mai, la squadra piemontese sarà la sorvegliata speciale, l’avversaria che tutte vorranno battere! Sin da sabato sera, quando la Sampdoria tenterà di bissare la grande impresa dello scorso anno, quando conquistò l’intera posta all’andata e al ritorno contro i bianconeri! Pur privi di Icardi, passato all’Inter, i blucerchiati dispongono di un ottimo collettivo ben guidato da Delio Rossi, a cui certo non difetta coraggio e capacità di prendersi proprie capacità e rischi. Certo, se credesse di giocarsela all’attacco sarà assai dura per lui, vista la compattezza e solidità della Juve! Una gara attenta, come quelle dello scorso anno, quanto meno metterebbe in difficoltà i bianconeri che tuttavia hanno tutto per prendersi la rivincita su un’avversaria, la Samp, da sempre molto ostica per loro! Il Napoli vorrà riscattarsi contro il Bologna per le sconfitte patite la scorsa stagione sul proprio terreno in Campionato e Coppa Italia! Manca ancora qualcosa forse a livello tecnico ai partenopei per essere davvero alla pari con la Juventus, non tuttavia l’entusiasmo e la voglia di vincere che il tecnico sa e saprà trasmettere ai suoi ragazzi! Vedremo quanto e come Higuain saprà sostituire Cavani; di certo l’attaccante argentino avrà tanta voglia di far bene nella squadra che, dopo anni trascorsi per lo più in panchina a Madrid, finalmente lo consacra titolare! Turno apparentemente facile per le due milanesi; l’Inter vorrà iniziare a riprendere il terreno perduto con il Genova a San Siro, il Milan vorrà continuare la grande seconda parte di stagione a Verona contro il neo promosso Hellas Verona! L’Inter ha grandi potenzialità, ma deve trovare anzitutto una buona amalgama tra gli uomini, il Milan resta col punto interrogativo del reparto arretrato, non sempre nell’ultimo anno all’altezza delle aspettative! Sin da stasera vedremo quanto Allegri possa contare su una tenuta sicura nelle retrovie contro il temibilissimo PSV Heindovend per l’andata del preliminare di Champions! Lazio e Roma incroceranno i loro destini contro Udinese e Livorno. La Lazio vorrà farsi perdonare lo scivolone interno in Supercoppa, ma contro l’Udinese ci sarà da soffrire, vista la capacità di Guidolin di saper far fruttare giovani talenti e portare in alto squadre costruite con pochi soldi! Entrambe faranno i conti con i preliminari di andata di Europa League e vedremo chi saprà meglio dosare le energie tra i due impegni! La Roma dovrà iniziare a recuperare la capacità di approcciarsi, da grande squadra, alla partita! Dopo due stagioni in cui i giallorossi sono rimasti fuori dall’Europa non si può pretendere che tornino a vincere, ma che ritrovino spirito e carattere da grande squadra questo si! Il Neo promosso Livorno rende l’occasione per partire bene, ma dovrà essere una Roma da battaglia, o se vogliamo dovrà usare soprattutto la clava più che il fioretto! Si sa che, specie nei primi 3 – 4 mesi, le piccole piazze danno tutto sul piano fisico e atletico e sarà molto dura avere ragione dei neopromossi labronici! Per la Fiorentina subito il non semplice ostacolo Catania, ben allenato e amalgamato da Mister Maran; i viola, forti dell’arrivo di Gomez e del recupero di Giuseppe Rossi in attacco, sono pronti a sfidare chiunque! Il seguito del torneo ci dirà se saranno in grado di tornare a vincere e rinverdire le grandi pagine scritte da Mister Pesaola trascinato dalle prodezze di Julinho Gratton Virgili Montuori e Prini! Di certo il telaio viola è di ottima qualità e destinato a crescere nel tempo! Attendo con curiosità di vedere il Campionato che Cassano potrà disputare nel Parma! Certo, con maggior applicazione e serietà il talento di origini biancorosse avrebbe potuto sfondare, ed in modo permanente, in una grande piazza! Roma, Real, Samp, Milan, Inter; in nessuna è riuscito a restare più di 2 – 3 anni! Può darsi che trovi realizzazione in un collettivo più umile come valore ma che giochi tutto per lui! Potrebbe trarne beneficio Amauri, altro atleta che ha avuto un declino un po’ precoce rispetto a quello che ci si sarebbe attesi, specie dopo i suoi primi mesi nella Juve allenata da Ranieri! Sapranno esaltarsi entrambi con il Chievo e aprire bene la loro stagione? Torino – Sassuolo e Cagliari – Atalanta rappresentano i primi scontri diretti per la salvezza e sarà interesse di tutte iniziare bene!

La serie B prenderà il via venerdì sera con l’anticipo del Granillo Reggina – Bari! I Galletti confermano le difficoltà di questo inizio di stagione a Bergamo dove soccombono per 3 – 0 e confermano le loro lacune. Auspico personalmente che ci sia, al più presto, un intervento della società sul mercato, almeno per sostituire Caputo che resterà fuori per la squalifica conseguente al calcio scommesse! Per il resto speriamo bene, che i nostri ragazzi siano in grado di dare, come lo scorso anno, tutto il proprio meglio e di restare, quanto meno, in B!

Giacomo Loseto

Verso la Supercoppa

Domenica 18 Agosto si disputerà la gara valida per il primo trofeo stagionale; Lazio e Juventus si contenderanno la Supercoppa Italiana  nello stadio della Lazio in una gara unica, seguita alle polemiche in merito alla sede della disputa dell’incontro. La Juventus voleva disputare la gara in Italia, preferibilmente a Torino come da vecchio regolamento (nello stadio della squadra vincitrice del Campionato). La Lazio voleva andare a Toronto sul presupposto di esportare il calcio italiano all’estero anche per poter ottenere maggiori introiti dall’affluenza del pubblico per la partita. Divisi, come sempre, su questioni di interessi personali, i Presidenti hanno dato vita all’ennesima querelle che ha animato l’estate sportiva e creato audience tra tifosi ed opinionisti. Mi limito, in merito, a dire che la Supercoppa sarebbe più sensato disputarla in due gare, di andata e ritorno, ed a stagione iniziata, quando le due compagini contendenti hanno raggiunto uno stato di forma e di amalgama accettabile; così rischia di illudere, chi dovesse vincerla, di essere troppo più forte delle altre, mentre si sa che ad Agosto i responsi, pur sempre attendibili del terreno di gioco, sono comunque sommari. Lazio e Juventus hanno effettuato una campagna rafforzamento in linea con le esigenze economiche e di bilancio delle rispettive società sportive. La Juventus ha innalzato il tasso tecnico del proprio attacco con Tevez (ed in attesa che Llorente possa integrarsi al meglio nel gioco di Conte ad affiancare l’argentino ci penserà Vucinic) ed ha rafforzato il pacchetto arretrato con Ogbonna. Con un esterno sinistro all’altezza i bianconeri completerebbero la loro rosa  in maniera definitiva! La Lazio ha rafforzato la mediana con Biglia, che affiancherà Ledesma nei compiti di regia e costruzione del gioco. Le nuove frecce come Andersson che daranno maggiore spinta e creatività alla manovra offensiva potranno aprire maggiori varchi per Klose. Il Panzer tedesco potrà avere maggiore sostegno nella fase di attacco, non sappiamo però sino a che punto basterà e quanto e come Floccari saprà assecondarlo e sostituirlo nei momenti di infortunio, squalifica etc. Alla partita di domenica la Lazio giunge sicuramente molto motivata; la possibilità di giocarsi nel proprio stadio la Supercoppa al cospetto della Juve per due anni di seguito Campione d’Italia è un’occasionissima per tentare di vincere un trofeo, davanti ai proprio tifosi, al cospetto della compagine da tutti ritenuta la più forte del momento! La Juve sta ritrovando meccanismi e equilibri, ha maggiore tasso tecnico dei biancocelesti ma potrebbe cedere nella singola gara di fronte, in ogni caso, alla avversaria che lo scorso anno, più di tutte, l’ha messa in difficoltà! Conte sta lavorando per risolvere il problema del gol (viste le comprensibili difficoltà di inserimento dei nuovi Tevez e Llorente), Petkovic darà il meglio di sé per rendere più continui i pur buoni risultati conseguiti con la Lazio la scorsa stagione. Chi vincerà?

Il Bari elimina ai rigori il Lumezzane, nella gara valida per il secondo turno di Coppa Italia. Al di là dell’esito positivo della gara resta l’impronta di una partita mediocre. Per carità, siamo ad Agosto, e nulla ancora si può dire, ma…..se si fatica col Lumezzane, non è infondato preoccuparsi per l’inizio del campionato! Non occorrerebbero almeno un paio di ritocchi??? La partita di domenica con l’Atalanta ci darà ulteriori risposte, ma credo sarebbe bene rimpiazzare gli elementi migliori come Bellomo, Caputo, persi per motivi diversi (Bellomo ceduto al Torino, Caputo squalificato a seguito della vicenda calcio scommesse).

Ci apprestiamo a gustare un buon antipasto della nuova stagione e, cari tifosi, domenica sera, dopo le partite, chiudete gli occhi; solo sei giorni e sarà di nuovo campionato! Buon divertimento!

Giacomo Loseto

La bella realtà del Sassuolo

E’ ancora tempo di preparazione, di ritorno graduale al calcio giocato. Le grandi cercano la miglior forma e soprattutto il modo per mantenerla il più a lungo possibile, per i grandi traguardi finali! Il Napoli ha ceduto Cavani e sta provvedendo a rinforzare la squadra per non sentire la mancanza del suo bomber. Potrà la Juve con i ritocchi sino ad ora apportati al suo organico mantenere la vetta per il terzo anno consecutivo? Sarà impresa assai difficile, la squadra partenopea è affamata di successi, tanto quanto il suo Presidente De Laurentis e la tifoseria vogliosa di rivivere le annate di Maradona, Careca, Ferarra e Alemao! Il Milan deve almeno mantenere il posto in Champions, l’Inter risalire la china. E saprà la Lazio portare avanti il buon lavoro di Petkovic? La Supercoppa ci dirà già qualcosa, solo il dipanarsi di Campionato e Coppe sapranno giudicare il gruppo biancoceleste e la squadra bianconera che, più di tutto, corre il rischio di sentirsi appagata anche se Mister Conte saprà, certamente, trasmettere tutti i migliori stimoli ai suoi allievi e sarà dura togliere il primato alla Juventus!

  Ma in questo primo scorcio di precampionato abbiamo soprattutto ammirato il Sassuolo, una squadra nata con pochi soldi ma che dispone di un gran bel gruppo disposto a lavorare e seguire il proprio allenatore. Non si può, in questo momento, stabilire dove potranno arrivare le grandi squadre e quale cammino ed obiettivo possa essere alla portata del Sassuolo! Ma la squadra emiliana costituisce una bella risposta alla logica dei soldi e del profitto che ormai da decenni pervade il nostro sport! La vittoria nel trofeo TIM rende giustizia ad un gruppo che ha saputo valorizzare oltre e più che le individualità soprattutto l’ottica ed il gioco di squadra! E’ vero, Juve e Milan stanno lavorando per raggiungere la miglior forma, è vero, è solo calcio estivo che fa poco testo, tanto più che entrambe le formazioni di alta classifica hanno schierato parecchi giovani! Ma ciò non toglie che la compagine emiliana ha mostrato mentalità, carattere, coraggio con cui ha saputo valorizzare i propri calciatori, sino a ieri sconosciuti ai più! E se il Sassuolo ripetesse le magiche annate del Chievo che, appena promosso in A, raggiunse nel modo più brillante ed inaspettato la qualificazione alle Coppe europee????

  E speriamo che l’11 modenese sia di esempio anche per il Bari, nella speranza che i biancorossi raggiungano una stabilità societaria per tornare a disputare il torneo di serie A. Non voglio, per il momento, aggiungere altro, per ora già mantenersi a galla è un’impresa non da poco, speriamo però sempre in meglio!

Giacomo Loseto

Il calcio italiano in crescita

 Le gare finali della Confederation Cup, a dispetto dei non pochi gol subiti dagli Azzurri, alla pari coi gol segnati, rendono la netta sensazione di un calcio italiano in crescita. Già nella semifinale, persa con molta sfortuna al cospetto della Spagna alla lotteria dei calci di rigore, si è avuto il segnale di una compagine italiana in netto progresso e che, specie sul piano motivazionale, ha mostrato qualcosa in più rispetto alle Furie Rosse, giunte in finale più per caso che per proprio merito! E pensiamo che l’Italia, pur in una gara povera di significato (valeva solo per l’assegnazione del primo posto nel girone, con Italia e Brasile ormai qualificate alle semifinali), se l’è giocata sino in fondo mettendo in difficoltà il Brasile, la Spagna ha subito in lungo e in largo lo strapotere tecnico tattico dei Verdeoro senza colpo ferire…..Il calcio spagnolo, ormai sazio di vittorie, sembra iniziare a percorrere il viale del tramonto; attenti a non dare per spacciate le Furie Rosse, che hanno ancora molto da dire, tuttavia non sembrano più mordere con la stessa fame e determinazione che l’Italia, nella semifinale della Confederation, proprio contro la Spagna, ha mostrato! La squadra Azzurra deve crescere molto, ma se pensiamo che, pur con alcuni elementi fuori forma l’Italia ha messo in difficoltà la Spagna e se l’è giocata col Brasile….in ottica futura non si può che essere fiduciosi! Tra 1 anno vedremo…..

  Intanto iniziano i ritiri delle squadre. Solo a fine Agosto potremo capire bene la forza e le ambizioni delle squadre italiane. Al momento la Juventus ha messo a segno colpi importanti come Tevez, Llorente, con cui rafforza il reparto che talvolta può aver destato perplessità, l’attacco, e puntella le retrovie con Ogbonna, in attesa dell’esterno sinistro che aumenterebbe la qualità e le percussioni del centrocampo. L’Inter riparte da Mazarri e, senza Coppe, se dovesse indovinare 2 – 3 acquisti, può mettere in difficoltà la rivale di sempre! Il Milan cercherà di portare qualità al suo centrocampo con Honda, ma farà bene a rafforzare la difesa, vero tallone d’Achille della formazione rossonera! Saprà la Roma scrollarsi gli alti e bassi di una piazza che passa da eccessi di entusiasmo ad opposti moti di denigrazione e contestazione? Ed ha alle spalle una società sportiva che ha davvero a cuore la causa del popolo giallorosso??? E sarà la Lazio capace di dare seguito al lavoro silenzioso e produttivo di Mr Petkovic? Con chi rimpiazzerà De Laurentis le partenze di Cavani e Campagnaro, per rendere a Mister Benitez una squadra all’altezza di poter competere con le prime? Una squadra che non fa parlare molto di sé, al di là della questione Jovetic, è la Fiorentina! L’acquisto di Gomez rende i Viola più forti sotto porta e se il collettivo toscano continuerà a crescere avrà certamente, prima o poi, il suo momento di gloria!

  Una riflessione finale sul Bari! Più che alla campagna acquisti, al nuovo allenatore, ora conta che la società sportiva trovi un assetto stabile che le permetta di ricominciare a sognare. Non si può pretendere immediatamente la serie A, specie se si tiene conto dell’ulteriore penalizzazione iniziale (almeno 3 punti) che i Galletti dovranno scontare! Ma chiedere che il Bari torni a competere per le prime posizioni e che si scrolli le paure che ne hanno condizionato le ultime stagioni, questo si! Attendiamo fiduciosi……

Giacomo Loseto

Italia in semifinale

La sconfitta per 4 – 2 col Brasile, seguita alle due, sofferte, vittorie nel girone di qualificazione (2 – 1 al Messico, 4 – 3 al Giappone), non impedisce alla nazionale Azzurra di accedere alle semifinali del torneo della Confederation Cup! Al di là dei singoli risultati gli Azzurri hanno mostrato una condizione atletica approssimativa, ed il reparto arretrato è quello che più di tutti ne ha fatto le spese! Ben otto gol subiti in tre gare devono far riflettere Mister Prandelli e lo staff, non solo sulla tenuta del reparto arretrato, ma anche sulla capacità del collettivo di restare compatto e sopperire alla non perfetta tenuta di Barzagli e di tutti i suoi colleghi del reparto arretrato. Buffon aveva salvato l’Italia a Praga, in occasione del prezioso 0 – 0 per le qualificazioni ai Mondiali del 2014! Nelle tre gare sin qui disputate della Confederation Cup nulla o quasi ha potuto. Proprio contro il Brasile, in realtà, si è visto qualcosa di meglio rispetto soprattutto alla gara col Giappone, in cui solo l’inesperienza e un pizzico di spregiudicatezza di troppo degli atleti del Sol Levante ha permesso all’Italia di aggiudicarsi tre punti che ad un certo momento sembravano insperati! Ciò tuttavia non basta e Mister Prandelli dovrà interrogarsi su soluzioni alternative anzitutto per la fase difensiva e poi per gli interpreti del ruolo di ultimi baluardi! Barzagli Bonucci e Chiellini, se al meglio della forma, rappresentano garanzie, se in calo, come in questo momento appunto, vanno anche rimpiazzati adeguatamente! Tra un anno occorrerà giungere in ben altre condizioni, di gruppo intendo, e non di singoli reparti, per poter competere sino in fondo con le migliori! Possibilmente continuare a segnare come si sta facendo (otto gol segnati in tre gare è un buon bottino!), migliorando la tenuta difensiva! Intanto il presente ci consegna, con ogni probabilità, una buona occasione; la semifinale con la Spagna rappresenta una buona opportunità di rivincita per gli Azzurri! Sebbene la Confederation Cup sia un torneo di secondo piano rispetto al Mondiale non è, né può considerarsi, un semplice torneo amichevole! Quando si affrontano Spagna, Brasile, la stessa Italia….chi sarà mai disposto a perdere, solo perché non si tratta di Mondiali o Campionati Europei? Visto il Giappone come e quanto ha dato fondo a tutte le energie pur di battere l’Italia e sperare nella qualificazione? Il calcio spagnolo negli ultimi 6 anni ha dominato, ma sembra un po’ in calo. E, se l’Italia vista ieri è stata in grado di mettere il Brasile in difficoltà, recuperando i migliori potrebbe regalarci una bella impresa che, ripeto, sarà meno prestigiosa, non per questo meno importante o più facile dei Campionati Mondiali!

Giacomo Loseto

Click to listen highlighted text! Powered By GSpeech