Welcome to   Click to listen highlighted text! Welcome to Powered By GSpeech

Category Archives: Sport

Niente più distrazioni per la Pink Bari


Manifesto

Per la prima partita in casa, la Pink Bari è più determinata che mai. Dopo l’esordio amaro nel campionato di Serie A contro la Res Roma, domani, sabato 11 ottobre, le ragazze del mister Isabella Cardone cercheranno il riscatto affrontando la Firenze: “E’ una squadra ambiziosa – analizza l’allenatrice -. Sicuramente il loro obiettivo per questa stagione sono i primi posti in classifica dopo essersi piazzate all’8° posizione l’anno scorso. Già durante la prima giornata le viola hanno dato prova di essere candidate alla vetta tenendo testa al Verona (formazione che nel 2013/2014 è arrivata al 4° posto – ndr) fino agli ultimi minuti”.

Sarà il Centro Sportivo Antonucci di Bitetto a ospitare la partita alle 15. Prima del fischio di inizio, Antonio Cosentino, delegato dell’area Sud del presidente della Figc, Carlo Tavecchio, premierà le ragazze baresi per la promozione in Serie A.

La Pink scenderà in campo con la stessa grinta del primo match ma con maggiore attenzione e più cautela: “Durante questa settimana – continua la mister – abbiamo intensificato il lavoro sul nostro reparto d’accatto dato che contro la Res non ha dimostrato quanto davvero vale. Di certo sappiamo che ogni partita è una sfida e tutte le ragazze devono scendere in campo con la consapevolezza di superare i propri limiti”.

Insomma, la formazione rosablu ha capito che la Serie A non è uno scherzo: “Sicuramente sabato scorso sapevamo cosa ci attendeva ma ci siamo fatte prendere dall’emozione. Adesso la prima giornata è andata ma per fare un buon campionato non possiamo permetterci distrazioni perché gli errori si pagano”. Nonostante i 4 gol subiti a Roma, la Pink ha voglia di ripartire: “Ogni partita è una sfida. Adesso dobbiamo pensare a noi, a crescere e a metterci a pari livello delle altre squadre. Le ragazze sono tutte in forma e pronte. La partita in casa sicuramente ci darà una mano. Abbiamo bisogno anche del supporto di tutti i nostri tifosi per fare un buon campionato”.

Pink Bari vs Firenze sarà trasmessa in diretta, domani, sabato 11 ottobre alle ore 15, su Odeon Tv – canale 177 del digitale terrestre

La Pink Bari si presenta alla città

PinkPresentazione

Un sito internet da poco rinnovato, un gadget store in piazza Umberto insieme alla Fc Bari 1908 e tanta voglia di far crescere un settore, come quello del calcio femminile, che in Italia conta solo 10mila iscritte a differenza delle 150mila del resto d’Europa.

La nuova era della Pink Bari è iniziata e questi sono i primi obiettivi raggiunti e prefissati. Oggi pomeriggio la squadra si è presentata alla città dopo aver da poco iniziato il campionato di Serie A ed essere arrivata nella fase semifinale di Coppa Italia 2015.

Nella splendida cornice del Foyer del Teatro Petruzzelli del capoluogo pugliese, la presidente Alessandra Signorile ha accolto stampa e tifosi con il supporto di Romeo Paparesta, rappresentante della Fc Bari 1908 e responsabile del Settore Giovanile, e Pietro Petruzzelli, assessore allo Sport del Comune di Bari.

La presidente della Pink Bari ha aperto la presentazione sottolineando che “questa è l’unica società di Calcio Femminile del Mezzogiorno presente in Serie A”. Una responsabilità che si fa sentire e di cui la società è onorata: “Davanti a noi si prospettano trasferte difficili e questo campionato non sarà certo una passeggiata ma le nostre ragazze sono molto determinate. Sarà una stagione dalle mille sorprese e noi siamo pronte a investire nel Settore Giovanile che in questi anni ci ha riservato grandi sorprese”. E di qui la sua attenzione si sposta sul concetto di sport: “Dobbiamo cercare di avvicinare i nostri ragazzi a qualsiasi attività sportiva perché è un mondo che non solo insegna loro la disciplina ma aiuta anche a socializzare e a rapportarsi con il mondo che li circonda”.

La presidente Signorile, poi, ha voluto spiegare la decisione di aver abbandonato i colori rosablu per acquisire quelli biancorossi nella continuità con la società maschile presieduta da Gianluca Paparesta: “Abbiamo rinunciato ai nostri colori sociali per un progetto nuovo: unire il settore maschile con quello femminile affinché il primo riesca a fare da traino al secondo, troppo snobbato in Italia a dispetto degli altri Paesi europei. La Fc Bari 1908 ha dimostrato di credere in noi e insieme cercheremo di raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti, primo tra tutti, riportare le famiglie allo stadio”.

L’intervento dell’assessore Petruzzelli, invece, si concentra su ciò che un’Amministrazione comunale può fare per lo sport della città: “A Bari ci sono tante eccellenze che spesso sono sottovalutate. La Pink è una di queste è la Giunta Decaro è pronta a fare la sua parte anche perché il calcio, come tante altre attività sportive, generano ricchezza ed economia”.

“Abbiamo deciso di unirci alla Pink Bari prima di tutto perché ne siamo onorati, poi perché a breve sarà il Consiglio Federale a pretendere che le squadre di calcio maschile abbiano una componente femminile”, interviene Paparesta sperando che in tempi brevi la formazione rosablu possa giocare allo stadio Delle Vittorie: “La Fc Bari si sta impegnando anche economicamente per riabilitare la struttura nel più breve tempo possibile. Vorremmo vedere giocare la Pink sul quel terreno che nella sua storia ha accolto grandi  giocatori”.

In chiusura, il mister della Pink Bari, Isabella Cardone, ringraziato l’intero staff tecnico e manageriale che ha supportato in questo percorso la squadra, ha presentato l’intera rosa che si appresta a intraprendere l’avventura in serie A: “Sono ragazze che hanno fatto tanti sacrifici. Alcune di loro vivono anche lontano da casa e dagli affetti. In questo campionato vogliamo dare il massimo per onorare i nostri tifosi e la nostra squadra”.

La rosa

Giuseppina Di Bari – portiere

Mariagrazia La Forgia – portiere

Saida Akherraze – difensore

Doriana De Palo – difensore

Gaia Dell’Ernia – difensore

Alessia Maffei – difensore

Courtney Moore – difensore

Debora Novellino – difensore

Ines Spelic – difensore

Ilaria Trotta – difensore

Carmela Anaclerio – centrocampista

Veronica Cangiano – centrocampista

Lucia Ceci – centrocampista

Kaja Jerina – centrocampista

Maddalena Paolillo – centrocampista

Rossana Pinto – centrocampista

Lucia Strisciuglio – centrocampista

Lucia Conte – attaccante

Giulia Olivieri – attaccante

Marina Rogazione – attaccante

La Pink Bari si presenta alla città

PinkBariPer evidenziare come sport e cultura siano due elementi dai quali l’esistenza di un individuo non può prescindere, la Pink Bari si presenta alla città nella splendida cornice del foyer del Teatro Petruzzelli.

Giovedì 9 ottobre, alle 15.45, la location accoglierà l’intera società, dalle ragazze della prima squadra del mister Isabella Cardone – che ha appena incominciato la nuova avventura in Serie A – allo staff dirigenziale e tecnico, fino alle giocatrici della Primavera. Esponenti della Fc Bari 1908, tra cui il responsabile del Settore Giovanile, Romeo Paparesta, parteciperanno all’appuntamento proprio per rafforzare il sodalizio nato durante questa nuova stagione. Inoltre, sono previsti gli interventi del sindaco di Bari, Antonio Decaro, e dell’assessore allo Sport, Pietro Petruzzelli che confermeranno il sostegno della città nei confronti del progetto Pink.

“Abbiamo scelto questa location prestigiosa proprio perché vogliamo mettere in evidenza il rapporto che c’è tra cultura e sport in questa città – spiega la presidente delle rosablu, Alessandra Signorile -. Il Petruzzelli è sicuramente un luogo d’eccellenza per Bari come per noi della Pink lo è la Serie A”. E infatti, le ragazze hanno iniziato solo sabato scorso il nuovo viaggio nel massimo campionato: “Il sostegno della città in questo nostro percorso è fondamentale. Lo sport femminile, il calcio in particolare, ha bisogno di più rilevanza soprattutto alla luce di una parità di genere che si fa sempre più strada nella vita di ogni giorno. E’ uno strumento di crescita dell’individuo come lo è la cultura che fa maturare quell’apertura nei confronti del resto del mondo che è in ognuno di noi”, conclude Signorile.

Coppa Italia Femminile, Pink Bari vs Chieti

CourthneyMoore

Il torneo entra nel vivo con le partite a scontro diretto. La Pink Bari affronterà domenica prossima, 28 settembre, la Calcio Femminile Chieti per conquistarsi un posto nel successivo step della competizione. Mister Caronde, che dovrà fare a meno di Olivieri e Dell’Ernia, cerca di rimettere in carreggiata la squadra: “Dobbiamo creare il ritmo giusto anche in vista dell’inizio della Serie A”.

“Affronteremo la partita con determinazione, cose se fosse la prima di campionato”. E’ questo lo spirito con cui mister Cardone e la Pink Bari si stanno preparando per sfidare la Calcio Femminile Chieti, squadra che milita nel campionato di Serie B.

Il match, con inizio alle 15.30, è il primo della seconda fase di Coppa Italia. Dopo la vittoria a punteggio pieno del triangolare regionale (la Pink ha sconfitto, nelle scorse settimane, per 5 a 0 sia la Salento Women che l’Apulia Trani), la squadra barese, domani, domenica 28 settembre, sul campo del Tonino Rana di Carbonara, si gioca così la permanenza nel torneo con questa seconda fase a scontri diretti: “Siamo dell’idea che la formazione abruzzese sia una buona squadra – continua l’allenatore Isabella Cardone -. In questa settimana di allenamenti, abbiamo cercato di creare il ritmo giusto che domenica scorsa ci è mancato nonostante la vittoria contro le ragazze leccesi. Adesso è fondamentale avere una squadra che in campo sia più decisa e determinata. Non ci possiamo permettere passi falsi, sennò siamo fuori dal torneo”.

Per questo appuntamento con la Coppa Italia, il mister non potrà avvalersi del supporto dell’attaccante Giulia Olivieri, indisponibile a causa di una distorsione alla caviglia (salvo un recupero in extremis), e del difensore Giulia Dell’Ernia, ancora impegnata con la Nazionale Under 17.

La squadra, quindi, cercherà di scendere in campo nella giusta forma, anche in vista del debutto in Serie A previsto per sabato 4 ottobre contro la Res Roma.

 

Anche il calcio rosa si incomincia da bambine

Uno staff tecnico altamente qualificato per far sì che lo sport sia uno strumento di crescita e sviluppo psicofisico delle giovani atlete. Non solo prima squadra. La Pink Bari disciplina e organizza, con finalità tecniche, didattiche e sociali, e il supporto di docenti, medici, psicologi, osteopati, l’attività di giovani calciatrici tra i 5 e i 14 anni. Bambine e ragazze sono divise in tre categorie in base alla fascia d’età: Piccole Amiche e Pulcine, sezione in cui si muovono i primi passi nel mondo dello sport e del calcio in particolare, Giovanissime ed Esordienti, categorie nelle quali si approfondisce la tecnica calcistica individuale e vengono impartite le prime nozioni di tattica di squadra. Inoltre, la società rosablu può vantare anche della Primavera, team composto da ragazze tra i 14 e i 19 anni, pronte ad affrontare il campionato giovanissimi maschile provinciale per prepararsi al campionato femminile di categoria nazionale.

La Pink quest’anno ha avviato la scuola calcio in collaborazione tecnica la Nick Calcio Bari: ragazzi e ragazze delle categorie minori, infatti, si alleneranno insieme. L’obiettivo è “insegnare agli under 14 che lo sport è per tutti e non crea disparità tra uomini e donne. Solo spiegando questo concetto sin da piccoli si potrà diventare degli adulti più consapevoli”, spiega la mister Marisa Dagnello, che, insieme all’istruttore Fabio Castellano, e con il coordinamento del tecnico Gianfranco Cannone, è cuore pulsante del progetto. Le categorie giovanili della Pink si allenano ogni lunedì, martedì e giovedì sul campo del centro sportivo Virtus di Bari (provinciale Loseto – Adelfia).

La prima squadra, invece, in attesa di iniziare il campionato di serie A (esordio a Roma il 4 ottobre), questo pomeriggio, alle 18.30, parteciperà a Fieramente Bari, la manifestazione dedicata alla Bari e alla sua storia che si terrà nella Sala Acero dell’Auditorium Spazio 10 della Fiera del Levante di Bari. Parteciperanno il mister Isabella Cardone, il team manager Malu De Giglio, e una rappresentanza delle giocatrici capitanate da Marina Rogazione.

La Roma rallenta, Lazio e Milan crollano

 Il gol di Cerci pareggia il momentaneo vantaggio romanista di Strootman e rallenta la corsa della Roma che resta comunque al momento inimitabile! Nessuna squadra era mai stata capace di ottenere 10 vittorie ed un pareggio nelle prime 11 gare di campionato, e, almeno per adesso, sarà difficile fermare i giallorossi, visti i ritmi, la determinazione, la concretezza degli uomini di Rudy Garcia! Il Sassuolo, che pure in questo inizio, ha sorpreso spesso e volentieri, vedi a Genova con la Samp, non sembra avere le capacità di imporre 1 nuovo stop ai capitolini! Potrà cercare di rendere la vita difficile, ma, al di là di fattori imponderabili che nessuno può prevedere, è assai improbabile che i romagnoli riescano a frenare la capolista! Juve e Napoli, reduci dalle vittorie di misura a Parma (Juve) e sul Catania (Napoli) e dalle gare di Champions, si affronteranno nel posticipo di domenica sera! La Juventus ha ritrovato compattezza e determinazione (l’1 – 2 di Cr7 e Bale in altri tempi avrebbe partorito una disfatta….), incorre ogni tanto in qualche svista ma è presente e risponde colpo su colpo! Il Napoli gioca un gran bel calcio ma spesso finisce per specchiarsi in modi 1 po’ narcisistici e concede qualcosa (vedi ieri con l’Olympique Marsiglia), o manca il colpo del definitivo k.o. (col Catania sabato). La Juve non dovrà sbagliare nulla, il Napoli dovrà curare meglio la fase difensiva e non commettere l’errore di affrontare in modo troppo spregiudicato la Juve, rischierebbe di esporsi al possesso palla e ai contrattacchi bianconeri! La Fiorentina proverà a ripetere le vittorie esterne di Milano e Europa League col Pandurij con la Samp, che tuttavia farà tutto il possibile per prendere di infilata i gigliati! I blucerchiati subiscono troppi gol, se non troveranno accorgimenti contro Giuseppe Rossi, Quadrado e Joachin rischiano di subire una scoppola abbastanza pesante! L’Inter, corsara ad Udine, e il Verona (2 – 1 al Cagliari), misureranno le loro ambizioni europee rispettivamente col Livorno (Inter) e a Genova coi rossoblu (Verona). L’Inter sino ad ora ha difettato di 1 po’ di continuità, il Verona di 1 po’ di esperienza in certe gare! Queste gare ci diranno quanto e come l’Inter potrà insidiare Roma Napoli e Juve per un posto in Champions, e in che misura il Verona possa competere per le posizioni più alte e magari un posto in Europa! Lazio e Milan crollano. Entrambe cedono per 0 – 2 rispettivamente contro Genova e Fiorentina! Entrambe accusano una crisi di identità, cedono quasi senza colpo ferire, creano ben poco per reagire e sembrano rassegnate al destino sfavorevole! Entrambe sembrano un po’ sfaldarsi, occorrerà davvero che Petkovic ed Allegri riprendano per mano le due squadre e le ricompattino! Chievo e Parma, al di là dell’apparente inferiorità, daranno filo da torcere visto il loro bisogno di punti e solo disputando gare umili e concrete le due attuali nobili decadute potranno rialzarsi! Tempi difficili per l’Udinese, che paga l’evidente indebolimento dopo aver perso un pilastro come Benatia in difesa, già negli anni scorsi Guidolin aveva compiuto miracoli portando i suoi a disputare la Champions e l’ Europa League, alcuni elementi forse sono pure un po’ appagati, e se pensiamo che per Di Natale comincia a farsi sentire l’età per via degli infortuni….La trasferta di Catania sarà insidiosa e i friulani dovranno essere attenti a non concedere contropiedi come accaduto con l’Inter! Importati anche gli scontri salvezza tra Atalanta e Bologna e Cagliari e Torino!

  Il Bari deve cercare di scuotersi da questo momento di torpore; i due pareggi rimediati con Trapani ed Empoli hanno posto fine all’emoraggia (dopo le 5 sconfitte consecutive), non al momento no della squadra! Col Varese occorre provare a trovare la svolta, i Galletti hanno dimostrato di saper giocare un bel calcio, possono e  devono rialzarsi!

Giacomo Loseto

La Roma tiene duro

soundcitynews

Il gol di Bradley, al culmine di una partita molto tirata e dura, consente alla Roma di sbancare il difficile campo di Udine, di tenere a distanza Napoli e Juve, vincenti su Torino e Genova (entrambe per 2 – 0) e di uguagliare il record di vittorie iniziali realizzato dalla Juve di Capello nella stagione 2005 – 2006! Tanti piccoli segnali potrebbero indurre a pensare che per i giallorossi questo sia l’anno giusto; vincere ad Udine è impresa mai facile, specie se si gioca in inferiorità numerica! Certo a favore della Roma gioca anche una buona dose di fortuna (palo di Muriel all’inizio, salvataggio sulla linea, palloni terminati di poco fuori), ma i ragazzi di Mister Garcia lottano su tutti i palloni e, sino ad ora, hanno meritato quanto conseguito! Il prosieguo, a partire da giovedì col Chievo nel posticipo, e poi domenica a Torino (sponda Granata), chiarirà quanto e come la Roma saprà gestire l’euforia del momento, che, man mano che si va avanti, le attribuisce in una certa misura anche i favori del pronostico! Il problema diventa non solo tenere testa a chi rincorre, che ha il compito più difficile di recuperare terreno; più di tutto bisogna saper tenere testa a se stessi e provare a mantenere l’andamento il più a lungo possibile! La Roma è una squadra costruita benissimo, quadrata e solida! Se continuerà in questo modo sarà indiscussa protagonista della lotta scudetto, al di là della vittoria finale o meno del Tricolore! Il Napoli, battuto il Torino con 2 rigori di Higuain, dovrà prima cercare di dimostrare a Firenze di essere pronto a fare il salto anche in scontri diretti, e poi col Catania, domenica, confermare il proprio trend con le piccole! Ma la Viola è in stato di grazia, dopo la Juventus rimonta e batte anche il Chievo e minaccia seriamente i partenopei. Un pareggio e le due squadre rischiano seriamente di annullarsi e perdere terreno, specie se Roma e Juve vincessero le rispettive gare. Juventus che sembra stia ritrovando il proprio spirito che in questi due anni ha fatto la differenza, al di là del valore tecnico dei suoi singoli e del collettivo! Se la Juve dovesse continuare a giocare così potrebbe alla lunga riprendersi lo Scudetto, anche se quest’anno sarà una lunga e durissima lotta, sino all’ultimo respiro, a cui la Juve è abituata! Catania e Parma metteranno a dura prova oltre che le capacità tecniche anche la pazienza e la compattezza del collettivo bianconero! Se tuttavia i ragazzi di Mister Conte sapranno affrontare ogni gara con la determinazione vista ieri (si rivedevano 2 – 3 uomini che aggredivano palla e portatore di palla), al di là di qualche distrazione finale, e dovessero vincere le prossime due delicate gare affronteranno poi Real e Napoli con spirito ben differente rispetto all’inizio dove sembrava che il gruppo si stesse un po’ lasciando andare! E sappiamo quanto può essere ciò importante! L’Inter ritrova la vittoria al termine di una partita rocambolesca e resta in zona Europa League, vicina alla zona Champions! Mazarri deve rivedere la tenuta difensiva dei suoi e perfezionare i meccanismi di attacco, ma l’Inter ha un’identità, un gioco, motivazioni che sino allo scorso anno erano sconosciute! Il derby di Bergamo e la gara di Udine domenica tasteranno la continuità del progresso nerazzurro oltre alle capacità di ripresa dell’Atalanta e dell’Udinese, reduci dalle sconfitte di Marassi (Atalanta) e con la Roma in casa (Udinese)! I bergamaschi e i friulani in casa danno sempre filo da torcere a tutti, l’Inter è tanto brava quando deve giocare su contropiede, se riesce a sbloccare la partita può complicare a chiunque la vita! Se la gara dovesse stallare a lungo l’Inter qualcosa la rischierebbe! La Lazio ritrova gol e vittoria, non ancora il miglior gioco! Contro il Cagliari si capisce quanto sia fondamentale Klose per l’attacco laziale, senza di lui la squadra perde molto in concretezza e ottiene davvero poco in termini di punti! Con più soluzioni in avanti la Lazio sarebbe una squadra che potrebbe insidiare non dico le primissime, ma almeno ambire alla zona Champions! Così deve difendersi alla men peggio e cercare di fare strada nelle Coppe (la Coppa Italia l’anno scorso l’ha mandata in Europa League!). E sarà un affare complicato nella tana del Milan, che, dopo la beffa di ieri al 94° e la strigliata dei vertici ai calciatori, deve rialzarsi in fretta, per tentare di evitare almeno 1 stagione in naftalina! Meno difficile, ma per nulla scontato, contro il Genova a Roma domenica, vista la necessità per i rossoblu di punti per la permanenza in A! Indubbiamente tante assenze complicano, non poco, il lavoro di Mister Allegri, ma troppe distrazioni nelle retrovie! E Balotelli non incide come dovrebbe e potrebbe! Cagliari – Bologna, Genova – Parma, Sassuolo – Udinese sono gare importanti per la zona calda della classifica; Udinese e Cagliari, pur autrici di ultime grandi stagioni e di un inizio più che sufficiente, non sembrano in grado di inserirsi nelle zone valide per i piazzamenti europei, ma tenteranno di allontanare le sabbie mobili della classifica della serie A! Lo stesso proverà a fare il Verona, che pure è molto in alto rispetto a quel che ci si aspettava, anche se la Samp venderà cara la pelle, atteso il suo bisogno di punti per la salvezza!

Il Bari scongiura la quinta sconfitta consecutiva grazie ad 1 autorete causata dal cross di Fedato, ma continua a palesare i soliti problemi in zona gol e le solite disattenzioni nelle retrovie! Speriamo sia solo una fase passeggera, i nostri non potranno davvero continuare in questo modo e occorre continuare a fare punti; la terzultima posizione, pur se in coabitazione, non è per nulla rassicurante! L’Empoli non è certo l’avversaria più indicata, ma non c’è tempo per lamentarsi; bisogna dare il meglio di sé e rialzarsi!

Giacomo Loseto

La Roma tenta la fuga

La doppietta di Pjanic, oltre a permettere alla Roma di battere il Napoli e staccarlo, assieme alla Juve, battuta a Firenze, di cinque punti, corona la prestazione ordinata e concreta dei giallorossi che inanellano l’ottava vittoria di fila! Determinazione e solidità sono alla base del grande momento giallorosso, assieme a quel qualcosa in più che tutti ci mettono nei momenti più difficili (De Sanctis si erge come un muro di fronte a Pandev e Insigne, De Rossi, in corsa, salva sulla linea!). Il Napoli si conferma la squadra bella da vedersi ma incompiuta, attese le sue cadute o per lo meno frenate nei momenti più facili (Sassuolo) e comunque decisivi! La Juventus deve ritrovare la testa; proprio nel giorno in cui sembrava star ritrovando il proprio gioco basta un nonnulla per crollare. Sino al 2 – 0 la squadra di Mister Conte era stata quasi perfetta, fallendo anche tre opportunità per arrotondare; è bastato il rigore dell’1 – 2 per far sentire la palla bollente sotto i piedi dei bianconeri che soffrono, oltretutto, il momento no di Buffon, incappato ultimamente in una serie di errori legati forse all’età non più verde che preannuncia un naturale declino! Ad Udine la Roma dovrà tastare la capacità di saper mantenere il proprio rendimento anche senza Totti e la sorpresa Gervinho (entrambi infortunati)! Juventus e Napoli dovranno tornare a vincere in casa col Genova e, per non perdere ulteriore contatto dalla vetta! Affare per nulla facile, visto il momento delicato della Juve e i limiti ancora non del tutto superati del Napoli. Gli impegni di Madrid per la Juve e di Marsiglia per il Napoli comporteranno un enorme dispendio di energie, soprattutto mentali per entrambe! I torinesi e i partenopei dovranno dare tutto di sé per ottenere un risultato positivo nelle difficili trasferte e continuare a sperare nella qualificazione agli ottavi di Champions. Turno a cui parteciperà anche il Milan che, grazie alla prodezza di Birsa, batte l’Udinese e, nel contempo, ritrova Kakà che, in partite come quella col Barcellona, può davvero essere, con la sua esperienza, un’arma in più! Se tornerà anche Balotelli dall’infortunio sarà ancora meno difficile affrontare Messi & C., più semplice giocarsela a Parma in Campionato! La Fiorentina misurerà la capacità di contenere la propria euforia dopo aver battuto la rivale storica sul non facile terreno del Chievo; i clivensi dovranno tornare a far punti e abbiamo visto tutti che quando devono giocare di contropiede sanno mettere chiunque in difficoltà! Peserà certamente l’impegno di Europa League, sarà importante, per Pepito Rossi & C., saper dosare le energie! Lo stesso dicasi per la Lazio che, tra impegno europeo del giovedì ed impegno col Cagliari di Campionato dovrà ritrovare le coordinate di gioco e di risultato! L’Inter è tornata quella squadra un po’ pazzerella che si vedeva qualche anno fa; perde la grande occasione per cercare di restare attaccata alle prime, ma che carattere! In 10, a causa dell’espulsione di Handanovic sul rigore poi fallito da Cerci, rimonta due volte e va persino in vantaggio, salvo farsi raggiungere alla fine su punizione da Bellomo col portiere che ci mette del suo! Col Verona la squadra di Mazarri dovrà proseguire nel proprio lavoro di crescita al cospetto di un’avversaria per nulla facile, ma che con applicazione e sacrificio può essere battuta! Bologna – Livorno, Catania – Sassuolo, Sampdoria – Atalanta saranno scontri assai importanti per la salvezza; chi dovesse vincere trarrebbe enormi vantaggi, attese le difficoltà di Genova (Juve), Torino (Napoli), Parma (Milan), Chievo (Fiorentina)!

In serie B continua il momento difficile del Bari che, pur non sfigurando sul piano del gioco, cede per la quarta volta consecutiva! E’ inutile fare processi, sappiamo bene in che situazione i nostri ragazzi stanno affrontando un campionato lungo e stressante come quello di serie B! Auguriamoci che al più presto qualche episodio positivo rilanci la nostra giovane squadra e restituisca entusiasmo ed autostima ad un ambiente che, mai come in questo momento, ne sente il bisogno! Magari sin dalla prossima gara col Trapani! Ma non diciamo nulla, per carità……

Giacomo Loseto

Corrono in tre

La Roma irresistibile di questo inizio stagione schianta l’Inter sul suo terreno infliggendole tre colpi da k.o nel primo tempo (doppio Totti e Florenzi), rendendo vano il pur buon pressing dell’11 di Mazarri che, tuttavia, non riesce a finalizzare al meglio le ripartente. Anche il palo nega a Guarin la gioia del gol sull’1 – 0 per i giallorossi che, pur non privilegiando la quantità, sono efficaci nelle varie zone del campo. La difesa arcigna e i colpi di classe di Totti annichiliscono l’Inter, la bravura di Florenzi e la velocità di Gervinho arrotondano il risultato. La Roma è, senza dubbio, la squadra del momento! Il Napoli esalta le doti dei suoi singoli col gioco offensivo imposto da Benithez, rischia qualcosa sino al 2 – 0 contro il pur buon Livorno, ma poi dilaga! La Juventus comincia a mostrare i limiti di una squadra che, reduce da due anni di dominio incontrastato, accusa, oltre e più che l’usura di alcuni elementi (Buffon, Pirlo), i limiti, tecnici di alcuni (Padoin, come Isla in Champions, regala un gol al suo diretto avversario), di temperamento di altri (Pogba regala il pallone del 3 – 2 che andava solo spazzato in tribuna, la difesa centrale un po’ traballante come quando concede il colpo di testa del possibile 3 – 3 a Constant). La Roma andrà verificata al sorgere delle prime difficoltà ed intoppi; se saprà resistere ad un momento di naturale appannamento e calo potrebbe rendere durissima la vita alle inseguitrici! Il Napoli, che alla ripresa ospiterà i giallorossi, dovrà saper minimizzare le conseguenze dell’euforia che si crea nell’ambiente partenopeo e che talvolta ha, di fatto, ridimensionato le aspettative degli Azzurri del Vesuvio! La Juventus dovrà rivedere la propria fase difensiva; in Campionato mantiene, al di là delle distrazioni del reparto arretrato, un ruolino ottimo; in Champions se non recupererà concentrazione e solidità il rischio di un precoce abbandono della competizione è elevato; i due pareggi iniziali obbligheranno i bianconeri a conquistare punti contro i difficilissimi Galactici del Real! La gara col Milan ha confermato che la Juve, pur non più arcigna come un tempo, ha la forza per reagire ai suoi stessi limiti attuali e comunque renderà la vita difficile a tutti! Se per i bianconeri a Firenze, alla ripresa, sarà dura, di più lo sarà per Roma e Napoli che si scontreranno all’Olimpico di Roma! La Juve è abituata a vincere, a perdere, a rialzarsi! Sapranno fare lo stesso le due attuali rivali alle prime difficoltà??? Saprà la Juve resistere alle proprie carenze difensive sul difficile terreno di Firenze, coi Viola vogliosi di risalire? E il Napoli resisterà sull’onda dell’euforia contro la Roma? E sapranno i giallorossi mantenere la propria spensieratezza, che sino ad ora ha fatto per loro la differenza, al San Paolo? Il Milan contro il Livorno e l’Inter a Torino, sponda granata, avranno l’esigenza di risalire! Il Milan pagai propri limiti, difensivi e non, legati anche ad un organico che non sempre garantisce elementi all’altezza dei titolari spesso assenti; l’Inter dovrà svoltare e imparare a vincere anche quando deve attaccare, non solo quando deve difendersi! Per nulla facile, in ogni caso, sul campo del Torino che, l’abbiamo visto sa mettere in difficoltà ogni avversari! La  Lazio cercherà di risalire a Bergamo, sperando che qualcuna delle prime perda punti, anche se dovrà ritrovare efficacia in attacco; con la fiorentina il gioco non è mancato, ma se non si segna……Cagliari – Catania, Genoa – Chievo, Sassuolo – Bologna, Livorno – Sampdoria, Verona – Parma, diranno molto sulle ambizioni salvezza, specie del Bologna, del Sassuolo, del Genova, del Catania; per Parma, Verona, Cagliari sarà l’occasione per cercare di inserirsi per lo meno in posizioni tranquille!

Importante sarà anche verificare la Nazionale; acquisita la qualificazione ai Mondiali del 2014 Prandelli verificherà nuove soluzioni per gli Azzurri; giusto così, visto che elementi come Pirlo, Buffon, Barzagli, sono ormai verso la fine della loro carriera, quindi occorre verificare anche chi, in qualsiasi momento, sia in grado di non farli rimpiangere. Anche a questo, oltre che a confermare il prestigio sportivo azzurro, serviranno le gare contro Danimarca ed Armenia.

In serie B il Bari cede di misura, per la seconda volta consecutiva, al Partendo con l’Avellino! E’ un episodio a fare la differenza, occorre, tuttavia, sin dalla prossima partita, evitare certi errori ed essere più efficaci sotto porta! Obiettivo è rimanere in B, ma bisognerà raggiungerlo il prima possibile, tornando a fare punti già domenica con il Crotone al san Nicola!

Giacomo Loseto

Roma dilagante

La Roma schianta il Bologna con un sonoro 5 – 0, ottiene la sesta vittoria consecutiva dall’inizio del torneo e guida a punteggio pieno la classifica. I giallorossi mostrano una fame di successi, una grinta, una solidità collettiva e vanno in gol con facilità disarmante! Ci sono tutti i presupposti per poter contendere lo scudetto alle migliori, e già sabato a Milano sarà un test probante che ci dirà se davvero la Roma, anche negli scontri diretti, saprà imporre il suo gioco e fare risultato! Con l’Inter sarà dura; il collettivo nerazzurro ha trovato una quadratura e una solidità sconosciuti nelle ultime due stagioni; Mazarri schiera sempre un centrocampo molto folto che pressa, difende, riparte e sa anche graffiare. Punta soprattutto a non far giocare la squadra avversaria e a colpire di contropiede! La Roma mostra un ottimo palleggio ed una facilità di attaccare la profondità soprattutto grazie alla velocità di Gervinho e alle percussioni di Florenzi, vedremo se i nerazzurri sapranno neutralizzare le fonti di gioco giallorosse e colpire di rimessa! La Juve, impegnata con il Milan in uno scontro che potrebbe avvicinare o al contrario ulteriormente allontanare i rossoneri dalle primissime posizioni, il Napoli, contro il Livorno nella partita sulla carta più facile per le grandi, la Fiorentina sul terreno di una Lazio che sembra allo sbando, guarderanno con curiosità all’anticipo di San Siro! Se l’Inter quanto meno fermasse la Roma per Juve e Napoli ci sarebbe l’occasione per l’aggancio, per Viola, Milan ci sarebbe l’opportunità di ridurre le distanze dalla capolista! La Roma sembra la squadra più in salute, diverte, dà spettacolo, ed è attesa al varco dall’Inter, che con la corsa del suo pacchetto mediano tanto bene sta facendo, anche se non è ancora pronta per vincere, atteso che sul più bello talvolta si fa raggiungere dopo essere andata in vantaggio (col Cagliari ha pareggiato una gara dominata!). Vedremo se e quanto Roma ed Inter sapranno sfruttare l’assenza delle coppe Europee. Il Milan ha tutto per risalire ma nelle retrovie concede troppo e l’attacco, privo di Balotelli, non è quello di sempre! Il Napoli ha acquisito mentalità vincente con Benithez ma non sempre sa gestirsi. Diversamente dalla Juventus che, pur non girando al massimo, sa centrare quello che vuole, sa risalire quando va in svantaggio, sa mantenere il vantaggio acquisito, sa vincere! Ciò che dovrà imparare la Viola con maggiore continuità, anche se è già una gran cosa il lavoro fatto da Montella che ha riportato nell’area europea una squadra come la Fiorentina che era reduce da stagioni molto al di sotto delle proprie possibilità! La Lazio dovrà ricomporre i cocci di un ambiente dove sembra che per lo meno alcuni elementi remino ognuno per conto proprio, minando l’unità dello spogliatoio, altrimenti si preannuncia una stagione di sofferenza per i biancocelesti! Vedremo quanto e come peseranno gli impegni di Coppa su Juve, Milan, Napoli, Fiorentina. La Juve è quella che ha dimostrato di sapersi gestire meglio, anche puntando su un mirato turn over, le altre sembrano un po’ più in difficoltà! Bologna – Verona, Catania – Genova, Chievo – Atalanta, Parma – Sassuolo, Sampdoria – Torino saranno gare importanti per la zona salvezza; la Sampdoria dovrà vincere a tutti i costi, Genova e Sassuolo daranno il massimo per cercare di uscire almeno imbattute dalle pericolose trasferte di Catania e Parma! L’Udinese vorrà vincere contro il Cagliari per allontanare la zona pericolosa della classifica.

In serie B il Bari perde immeritatamente a Lanciano, dopo una partita in cui ha creato tante occasioni e in cui ha pagato gli errori in fase di attacco. Bisogna ripartire da quanto sin qui di buono fatto sul piano anzitutto del gioco, ad Avellino sarà una trasferta da affrontare con molta attenzione, atteso che gli irpini hanno battuto l’Empoli. Sarà importante continuare a giocare come i nostri ragazzi stanno mostrando di saper fare, continuando così i risultati non dovrebbero tardare ad arrivare!

Giacomo Loseto

Click to listen highlighted text! Powered By GSpeech