Talos Festival a Ruvo di Puglia, tutto pronto per l’edizione 2018

I Superstiziosi

Domenica 2 e lunedì 3 settembre prosegue a Ruvo di Puglia il Talos Festival organizzato dal Comune con il sostegno della Regione Puglia e di altri partner pubblici e privati, con la direzione artistica di Pino e Livio Minafra e il progetto coreografico di Giulio De Leo della Compagnia Menhir.

Domenica 2 Settembre si parte alle 18 in Pinacoteca con il Brass Ensemble “Il Cenacolo” diretto da Salvatore Barile. Il gruppo di ottoni è nato nel novembre 2013 come libera associazione di alunni ed ex alunni della Classe di Tromba del Corso ad indirizzo musicale della Scuola Media R. Monterisi di Bisceglie. Dal 22 aprile 2015, con il consenso dei genitori, si è costituito legalmente in Associazione culturale – musicale per continuare sul territorio cittadino l’insegnamento di tromba, trombone e tuba intrapreso dai ragazzi nella scuola e nelle altre istituzioni educative al termine del triennio. Dalle 20:30 sul Sagrato della Cattedralespazio all’Orchestra MusicaInGioco diretta da Andrea Gargiulo che, ispirata a “El Sistema” fondato in Venezuela da A.J. Abreu e federata con il sistema nazionale di orchestre giovanili, dona lezioni e strumenti musicali a bambini e ragazzi prevalentemente in area disagio socioeconomico/personale o con disturbi dell’apprendimento/diversa abilità. Attualmente, in Puglia, ha dato la possibilità ad oltre 1500 bambini/ragazzi (anche detenuti) di vivere la bellezza della musica. La serata ospiterà anche, nelle vie del centro storico e sul sagrato, un estratto in forma di flash mob della coreografia “Giardini famigliari” di Giulio De Leo a cura della compagnia Menhir.

Lunedì 3 Settembre appuntamento alle 18 in Pinacoteca con “My Mood, Your Mood”, una performance musicale ideata e scritta dal musicista, chitarrista e compositore Aldo D’Introno, nata da un progetto formato nell’ambito dei laboratori didattici e sperimentali promossi da Corato Open Space in collaborazione con Bembè Arti Musicali e Performative di Tommaso Scarimbolo. La performance vedrà protagonista “I Superstiziosi“, un ensemble di giovanissimi musicisti affiancati da Rosita Brucoli e Dino Martinelli aka Dyno. Dalle 20:30 sul Sagrato della Cattedrale in scena la Big Band del Conservatorio Piccinni di Bari diretta da Vito Andrea Morra, un organico orchestrale che vanta molti anni di attività, composta esclusivamente da studenti, quasi tutti frequentanti i corsi di Jazz del Conservatorio. In scaletta alcuni grandi classici (da Count Basie a Quincy Jones, da Lalo Schifrin a Henry Mancini) con arrangiamenti dal grande fascino alla scoperta dell’anima più autentica del Jazz e alcuni brani originali e arrangiamenti scritti dal direttore Vito Andrea Morra. Dalle finestre che si affacciano sul Sagrato un piccolo estratto della coreografia Notturni, uno dei quattro laboratori di creazione coreografica a cura di Giulio De Leo e della Compagnia Menhir realizzato in collaborazione con UTE di Ruvo di Puglia.

Da lunedì 3 riprende anche l’atelier di creazione curato dalla  danzatrice e coreografa finlandese Sanna Myllylahti, docente presso l’University of Arts di Helsinki. Articolato in due fasi (dal 25 al 30 giugno e dal 3 all’8 Settembre), l’atelier ha coinvolto una ventina di danzatori e danzatrici professionisti provenienti dall’Italia e dall’estero che, sabato 8 settembre alle 18 nel Cortile della Pinacoteca, si esibiranno nella coreografia “In The middle” accompagnati dalla musica del contrabbassista Giorgio Vendola. Pattern di spostamenti nello spazio trasformano la scena in un grande disegno damascato da cui affiorano nel tempo segni, variazioni e frasi coreografiche che ne complicano la trama. In pieno stile nord-europeo, Sanna Myllylahti ha costruito una partitura coreografica che possa costituire la base comune per il gioco di scomposizioni e variazioni individuali capaci di creare incontri inaspettati ed emozioni indefinite.

Sino a domenica 9 settembre il Festival proporrà nove giorni di concerti, produzioni originali, performance, flash mob, atelier di creazione, workshop, incontri, master class. Martedì 4 Settembre alle 18 in Pinacoteca lo spettacolo “Entropia, ciò che vedo mentre suono” con Giuliano Di Cesare (tromba ed effetti) e Luca Lorusso (vibrafono). In serata dalle 20:30 sul Sagrato della Cattedrale la Fanfara del Comando Scuole Aeronautica Militare di Bari diretta da Nicola Cotugno e Passionale, flash mob per coppie under 50. Mercoledì 5 Settembre in Pinacoteca dalle 18 “Genesi 2” con Vincenzo Mazzone Percussion Ensemble e il danzatore Rodolfo Piazza Pfitscher Da Silva. Dalle 20:30 sul Sagrato della Cattedrale Guarda che Banda! con la direzione Nuccio Gargano e Margherita Di Pierro e In the middle, flash mob con i partecipanti della master class di Sanna Myllylahti.

Da giovedì 6 a domenica 9 settembre il programma si infittisce ulteriormente con ospiti internazionali, produzioni originali, master class, incontri e concerti serali in Piazzetta le Monache (in caso di pioggia al PalaColombo) introdotti dai giornalisti Ugo Sbisà e Fabrizio Versienti. Giovedì 6 Settembre si parte alle 18 in Pinacoteca con la presentazione del cd Campo Armonico, prodotto da Quinton Records, con Livio Minafra (pianoforte), Roland Neffe (vibrafono e marimba) e Michel Godard (tuba e serpentone) che, subito dopo, accompagneranno la produzione orginale Notturni, con donne non professionista che danzeranno sulla coreografia di Giulio De Leo. La serata si concluderà dalle 20:30 in Piazzetta Le Monache con il trascinante spettacolo di Enzo Avitabile e i Bottari di Portico.

Venerdì 7 Settembre i due artisti greci Sakis Papadimitriou (pianoforte) e Georgia Sylleou (voce) prima presenteranno lo spettacolo Echi onirici dal Mar Egeo e poi interagiranno con alcune coppie under 50 nella performance Passionale per la coreografia di Giulio De Leo a cura di Compagnia Menhir in collaborazione con Istituto Sant’Agostino di Noicattaro. Dalle 20:30 un doppio concerto imperdibile in Piazzetta Le Monache con il percussionista indiano Trilok Gurtu e The Bulgarian Voices “Angelite”.

La lunga serata di sabato 8 Settembre prenderà il via in Piazza Dante alle 17 con Giardini Famigliari, una produzione originale a cura di Compagnia Menhir con la coreografia di Giulio De Leo e la partecipazione del trombettista Giuliano Di Cesare. Dalle 18 in Pinacoteca sarà protagonista ancora la danza con In The Middlecon le coreografie di Sanna Millylahti e la musica del contrabbassista Giorgio Vendola che, a seguire, si esibirà nella presentazione del cd Sincretico, prodotto dall’etichetta salentina Dodicilune, del fisarmonicista Vince Abbracciante affiancato anche da Nando Di Modugno (chitarra) e Alkemia Quartet – Marcello De Francesco e Leo Gadaleta (violino), Alfonso Mastrapasqua (viola) e Giovanni Astorino (violoncello). Dalle 20.30 in Piazzetta Le Monache torna, dopo il successo dell’anno scorso, La notte della Banda con Pino Minafra & La Banda e tanti ospiti: Fratelli Mancuso, Nicola Pisani, Cesare Dell’Anna, Gino Semeraro, Giuseppe Oliveto, Emanuele Calvosa, Livio Minafra, Donato Semeraro, Michel Godard, Michele Di Puppo, Vittorino Curci e altri ospiti.

La giornata conclusiva, domenica 9 Settembre, si aprirà alle 11 in Pinacoteca con il convegno “La Banda: un Patrimonio da Salvare” con Pasquale Chieco (Sindaco di Ruvo di Puglia), Monica Filograno (Assessora alla Cultura del Comune di Ruvo di Puglia), Aldo Patruno (Direttore del Dipartimento turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio della Regione Puglia), Pino e Livio Minafra (Direttori artistici Talos Festival), Enzo Marzionne (Promotore della legge regionale sulle bande), Vittorino Curci (poeta e musicista). Dalle 17, sempre in Pinacoteca, il giornalista Ugo Sbisà presenterà il suo volume Puglia, le età del jazz (Adda Editore) con Fabrizio Versienti e Roberto Ottaviano. A seguire concerto finale degli studenti della Master class a cura di Michel Godard e Nicola Pisani che poi suoneranno dalle 19 in Piazza Dante per Arcipelago, produzione originale riservata agli under 30, con coreografia di Giulio De Leo a cura di Compagnia Menhir in collaborazione con Perla Felice onlus. Gran finale in Piazzetta Le Monache con il concerto dei Fratelli Enzo e Lorenzo Mancuso con la partecipazione di Michel Godard e con il concerto “Ciclopica” della BandAdriatica, ensemble salentino guidato dall’organettista e cantante Claudio Prima ampliato da Giovanni Chirico (sax), Luca Ferro (tromba), Lorenzo Lorenzoni (trombone) e Dino Donateo (tuba).

Talos Festival 2018 è organizzato dal Comune di Ruvo di Puglia in Ats pubblico/privata con associazione culturale Terra Gialla, compagnia di danza contemporanea Menhir, Conservatorio di Musica Niccolò Piccinni di Bari e Cooperativa Doc Servizi, finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito dell’Avviso pubblico per lo Spettacolo e le Attività culturali FSC 2014-2020 – Patto per la Puglia, con il patrocinio e il sostegno di Camera di Commercio di Bari e Parco Nazionale dell’Alta Murgia in collaborazione con Confcommercio Ascom di Ruvo di Puglia, Orchestra Sinfonica della Città Metropolitana di Bari, Proloco di Ruvo di Puglia, Tipografia De Biase, Talos Viaggi, Hotel Pineta, Panificio Cascione, Azienda Agricola Mazzone, Arte e Musica Matera e con il supporto di Itel Telecomunicazioni, Supermercati Dok, Cagnetta ed Eurocoop.

Info: www.talosfestival.it – 0803615419

Lascia un commento