Gianni Colaajemma sbarca a New York

Un momento dello spettacolo

È stato annunciato, con un post sul social media Facebook, che lo spettacolo “Un barese a New York” di Gianni Colajemma andrà in scena oltre oceano, proprio nella grande mela, il prossimo 21 ottobre, al Snug Harbor Cultural Center.

Il noto attore barese e il suo cast di attori si esibiranno per la “United pugliesi Federation”, costituita nel 1989 in occasione della visita pastorale a New York dell’Arcivescovo di Bari Mariano Magrassi. Questa federazione riunisce oggi circa 21 associazioni di pugliesi nell’area metropolitana di New York, rappresentando oltre 2000 famiglie di emigrati. Sorta come semplice comitato di accoglienza per l’Arcivescovo, si propone oggi di incoraggiare e favorire la conoscenza della Puglia, delle sue tradizioni e della sua cultura, svolgendo tutta una serie di attività culturali ed educative.

“Abbiamo presentato il progetto alla United pugliesi Federation – ha affermato Colajemma – lo scorso anno. Hanno risposto positivamente alla nostra proposta e successivamente ci siamo incontrati a Manahattan per un meeting”.

Il cast nostrano porterà in scena il primo episodio della storia di Joe Colella, un attore che scegliendo di inseguire il suo sogno, si è trasferito in America e ha incontrato un gruppo di singolari personaggi, anch’essi impegnati nella loro affermazione lavorativa e sociale. Lo spettacolo, la cui scenografia è a cura di Gianmarco Venanzio Colajemma , andrà in scena al teatro all’interno del Snug Harbor Cultural Center, grande complesso architettonico e paesistico, che rappresenta il fiore all’occhiello della visita di Staten Island, con numerosi edifici storici, prevalentemente in stile neoclassico, costruiti tra il 1833 e il 1892, adibiti a casa di riposo per vecchi marinai. Restaurati, oggi ospitano istituzioni e attività culturali dell’isola. Tra gli edifici principali ci sono la Harbor’s Music Hall, location che ospiterà “Un barese a New York”, adibita a teatro per rappresentazioni di prosa, musicali e di danza; The Art Lab, una scuola d’arte e centro di conferenze; la Noble Maritime Collection, museo marittimo incentrato su modelli navali.

Infoline: 393/5350241

 

Lascia un commento