Al Multicinema Galleria il Festival Del Cine Español

Federico Sartori

Se c’è una cinematografia europea che negli ultimi anni ha conquistato sempre più spazio e interesse nei festival internazionali più importanti, quella spagnola è di sicuro fra queste. Non c’è solo la stella di Pedro Almodóvar a brillare. La Spagna cinematografica è famosa nel mondo anche per il regista catalano Jaume Balagueró, o per il madrileno (ma nato in Cile) Alejandro Amenábar; senza dimenticare il grande attore Luis Tosar o il Premio Oscar Javier Bardem. E i temi affrontati dalla cinematografia spagnola sono vastissimi: tra eutanasia e recupero della storia, dalle pulsioni erotiche al grottesco, dal thriller all’horror, fino alla commedia ed al comico. Questa ricchezza di generi e tematiche viene celebrata in Italia da 11 anni dal Festival del Cine Español, nato a Roma nel 2008, su iniziativa dell’associazione culturale Exit Media, con la direzione artistica del suo presidente, Federico Sartori, e Iris Martin Peralta. Giunto alla dodicesima edizione, e dopo aver fatto tappa in altre tredici città italiane, adesso il festival arriva a Bari per la prima volta, organizzato sempre da Exit Media, insieme all’associazione Dicunt di Antonella Sardelli e all’Ambasciata di Spagna in Italia, in collaborazione con l’associazione italo-spagnola ACIS-BARI e il Centro de Estudios Lingüísticos.

La prima edizione del Festival del Cine Español a Bari si terrà dal 15 al 18 ottobre 2019 al Multicinema Galleria, con una puntata in quei giorni anche a Matera, con l’obiettivo di diventare anche nella Capitale Europea della Cultura 2019 un appuntamento fisso. Il tutto realizzato in partnership, per Bari, con Apulia Film Commission, Accademia di Belle Arti di Bari, ESN Bari, Associazione CubAquí, Acqua Orsini; e per Matera con Lucania Film Commission e SSML Nelson Mandela.

Il programma offrirà una selezione di cinema sia contemporaneo che classico, in versione originale e sottotitolata in italiano. Fin dai suoi inizi il festival ha puntato su una selezione di titoli di qualità, ricevendo il patrocinio e il contributo dell’Ambasciata di Spagna in Italia, la Reale Accademia di Spagna, l’Instituto Cervantes, l’Ente del turismo spagnolo, l’ICAA (l’equivalente della Direzione Cinema del Ministero dei Beni Culturali), AC/E (Acción Cultural Española), Catalan Films & TV, l’Institut Ramon Llull, consolidandosi come l’evento di punta nella promozione cinematografica del mondo ispanico in Italia.

Prezioso sarà anche il coinvolgimento delle scuole del territorio che parteciperanno in massa alle proiezione mattutine. Dodici i titoli in programma, in un caleidoscopio di generi ed emozioni: a cominciare da «Yuli – Danza e Libertà» di Icíar Bollaín, che sarà proiettato martedì 15 ottobre all’AncheCinema di Bari alle 21,30. Per l’occasione presenzierà l’attore protagonista Santiago AlfonsoIl 15 ottobre il programma inizierà dalla mattina al Multicinema Galleriaalle 10,30 sarà proiettato «A cambio de nada» di Daniel Guzmán (matinée pe le scuole), e alle 15,45 «Campeones» di Javier Fesser (a seguire, un incontro con il pubblico moderato da Emanuele D’Angelo, docente di Storia del Teatro e dello spettacolo dell’Accademia Belle Arti di Bari).
 
Gli altri film in programmazione, nei successivi tre giorni fino al 18 ottobre (sempre al Galleria) saranno «El reino» di Rodrigo Sorogoyen, «Carmen Y Lola» di Arantxa Echevarría, «Muchos hijos, un mono y un castillo» di Gustavo Salmerón, «Dolor y gloria» di Pedro Almodóvar, «Yuli – Danza e Libertà» di Icíar Bollaín, «Las distancias» di Elena Trapé, «Mudar la piel» di Ana Schulz e Cristobal Fernandez, «El Olivo» di Icíar Bollaín, «Arrugas» di Ignacio Ferreras. Info e dettagli su exitmedia.org.

Lascia un commento